Breaking News

Sbrollini e Dalla Rosa con gli insegnanti diplomati

Vicenza – Si è parlato della questione degli insegnanti non laureati ma abilitati, oggi a Vicenza, nell’incontro che la senatrice del Pd Daniela Sbrollini ed il candidato sindaco Otello Dalla Rosa hanno avuto con i rappresentanti ed i sindacati del mondo della scuola. Al centro del confronto c’era la sentenza del Consiglio di Stato che minaccia l’estromissione dalla graduatoria ad esaurimento per gli insegnanti magistrali abilitati. La nutrita delegazione di insegnanti era guidata da Carmelo Cassalia, segretario provinciale di Flc Cgil.

“Già la settimana scorsa, appena giunta la notizia – ha spiegato la senatrice democratica -, mi sono messa in contatto con il Ministro dell’istruzione Valeria Fedeli e con il nostro capogruppo al Senato, Andrea Marcucci, per chiedere un intervento di governo e parlamento che risolva la questione. Incontrare le insegnanti ed i rappresentanti sindacali mi ha fatto nuovamente riflettere su come questa sentenza stia mettendo in difficoltà l’intero sistema di reclutamento degli insegnanti nel nostro Paese. Queste persone hanno i titoli per insegnare, non è solo un discorso di tutela del posto di lavoro e di un diritto acquisito, è anche una questione di qualità e continuità didattica. La grande maggioranza degli insegnanti coinvolti dalla sentenza ha già accumulato grande esperienza e competenze all’interno del mondo scolastico”.

Come dicevamo, ha partecipato all’incontro anche il candidato sindaco di Vicenza Otello dalla Rosa che ha l’importanza che non venga meno “la continuità didattica e formativa dei bambini che frequentano le scuole d’infanzia e primarie. Una scelta decisa dall’alto – ha ammonito dalla Rosa – rischierebbe da un lato di allarmare inutilmente i genitori, e dall’altro di mettere ancora in discussione un sistema che ha invece bisogno di regole chiare e semplici”.

“Continuerò a seguire questa vicenda – ha poi concluso Sbrollini – e continuerò a lavorare in Parlamento perché al più presto si adotti una soluzione normativa urgente per risolvere la questione. Ribadisco che lo Stato non può negare a questi insegnanti abilitati il diritto di conservare il posto di lavoro ed il ruolo che hanno all’interno della scuola”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *