Pubblicità elettorale. Comunicato preventivo

Vicenzareport, quotidiano online di Vicenza e provincia, con sede in via Rovigo 13, 36040 Torri di Quartesolo (VI), come da leggi vigenti, in relazione alla pubblicità elettorale per le Elezioni Amministrative del 10 giugno 2018, porta a conoscenza degli utenti quanto segue:

1 – Nei periodo consentito dalla legge, il quotidiano accoglierà inserzioni elettorali.

2 – Le inserzioni a pagamento riguarderanno la propaganda elettorale attraverso banner promozionali. Tutte le inserzioni dovranno recare la seguente dicitura: “Messaggio elettorale”. Non saranno accettate inserzioni pubblicitarie elettorali pure e semplici e cioè le pubblicazioni esclusivamente di slogan positivi o negativi, di foto o disegni, di inviti al voto non accompagnati da adeguata, anche se succinta, presentazione politica dei candidati e/o di programmi e/o di linee, ovvero non accompagnati da una critica motivata nei confronti dei competitori. Per tali inserzioni vi è un espresso divieto legislativo.

3 – La richiesta di inserzione elettorale dovrà essere rivolta a: Vicenzareport, via Rovigo 13, 36040 Torri di Quartesolo (VI), telefono 04441466651 email: info@vicenzareport.it.

4 – Le richieste di inserzioni elettorali, con gli specifici dettagli relativi alla data di pubblicazione e le eventuali posizioni di rigore, etc., dovranno pervenire (anche in formato elettronico e via e-mail) almeno due giorni prima della data richiesta per la pubblicazione.

5 – Per gli spazi e i relativi prezzi (si segnala che si applicherà IVA al 4%) è stato stilato un listino che è consultabile direttamente presso la sede di Vicenzareport, via Rovigo 13, Torri di Quartesolo (VI), telefono 0444-1466651, email: info@vicenzareport.it, e online a questa pagina: https://www.vicenzareport.it/pubblicita-elettorale/. Il pagamento dovrà essere effettuato contestualmente all’accettazione dell’ordine di pubblicazione. Il mancato adempimento comporterà automaticamente la mancata accettazione di pubblicazione.

6 – In osservanza delle normative e degli emendamenti regolamenti in attuazione, al fine di grantire la possibilità di accesso in condizioni di parità e l’equa distribuzione degli spazi tra tutti i soggetti interessati che ne abbiano esigenze informative o precedente carico pubblicitario di altra natura, spazio sufficiente all’esaurimento delle inserzioni regolarmente pagate, verrà attuata la seguente procedura:

  • a) Sarà comunicata ai richiedenti l’eventuale mancanza di disponibilità alla pubblicazione per la data o le date indicate. Saranno concordati con l’inserzionista i tempi e gli spazi, se diversi da quelli richiesti, per la pubblicazione in altra data; se ciò non fosse possibile Vicenzareport procederà ad una riduzione proporzionale degli spazi richiesti onde garantire l’accesso a tutte la categorie interessate.
  • b) Analogamente, qualora dovessero verificarsi fenomeni di accaparramento di spazi, Vicenzareport si riserva, per garantire concretamente la possibilità dell’accesso in condizioni di parità nonché l’equa distribuzione degli spazi tra tutti i soggetti che ne abbiano fatta richiesta, di ristabilire una pari condizione per i richiedenti, procedendo nel modo indicato nel precedente punto a).

7 – Nei testi degli avvisi pubblicitari dovrà essere indicato il COMMITTENTE RESPONSABILE (persona fisica). Gli ordini dovranno essere effettuati, e quindi firmati, da:

  • a) i segretari amministrativi o delegati responsabili della propaganda, previa la loro identificazione ed attestazione della qualifica;
  • b) i candidati o loro mandatari.

Qualora il committente della propaganda elettorale a favore di uno o più candidati sia un gruppo, un’organizzazione, un’associazione di categoria, un movimento, un partito, etc., occorre la preventiva autorizzazione (scritta) del candidato o del suo mandatario. La fattura sarà emessa a: segretari amministrativi o delegati responsabili della propaganda; candidati o loro mandatari; organizzazione/associazione di categoria, etc., previa autorizzazione, come sopra indicato.

8 – Vicenzareport dovrà rifiutare richieste di propaganda elettorale da parte di Enti della Pubblica Amministrazione. Per tutto quanto non meglio specificato si farà riferimento alla normativa vigente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *