Innovazione missione delle nuove generazioni

Innovazione, la missione delle nuove generazioni

Rosà – “Per un imprenditore, innovazione significa saper interpretare con efficacia le nuove tendenze dei mercati, per tradurre all’interno delle aziende i cambiamenti imposti dalle continue mutazioni degli scenari economici e sociali. È proprio per questo che, molto spesso, sono i più giovani a diventare gli artefici della trasformazione del modo di fare impresa, poiché in prima persona sono chiamati a vivere il presente e a guardare al futuro”.

E’ così che Confindustria Vicenza presenta i temi su cui  sarà incentrato il convegno “Spring of Innovation. La missione delle nuove generazioni” che si terrà in occasione della parte pubblica dell’assemblea del Gruppo giovani imprenditori dell’associazione degli industriali vicentini, assemblea che per altro eleggerà anche il nuovo presidente dei giovani industriali berici. L’appuntamento con il convegno è per mercoledì 16 maggio, a partire dalle 17, negli spazi dello stabilimento di Mevis Spa, a Rosà.

Ad aprire i lavori di questo incontro dedicato alla innovazione sarà Alessio Rossi, presidente dei Giovani imprenditori di Confindustria, al cui intervento di indirizzo seguirà la testimonianza di Federico Visentin, presidente e amministratore di Mevis, nonché presidente del Cuoa Business School. Prenderà poi la parola Enrico Moretti Polegato, presidente e ad di Diadora, che dal 2009 guida l’azienda dopo averne delineato la strategia di rilancio valorizzando il grande potenziale del brand. Interverrà quindi Andrea Vittadini, Operations Manager di Amf Snaps.

A seguire due imprenditori di prima generazione: Giovanni e Stefano Bisognin, che hanno dato vita a Essebi Automation, azienda che opera nel campo dell’automazione industriale e della robotica. L’appuntamento, moderato dal giornalista Luca Barbieri, si chiuderà con un’intervista al nuovo presidente del Gruppo giovani imprenditori che, come dicevamo, sarà eletto lo stesso pomeriggio durante la parte privata dell’assemblea.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *