Breaking News
Sonig Tchakerian in concerto al Teatro Olimpico (Foto di Luigi De Frenza)
Sonig Tchakerian in concerto al Teatro Olimpico (Foto di Luigi De Frenza)

Ecco il progetto Vicenza città dei festival

Vicenza – E’ giusto pensare in grande, ed è così che, a fianco dall’idea della candidatura di Vicenza a Capitale della Cultura nel 2022, già annunciata dal candidato sindaco Otello Dalla Rosa, la lista che lo sostiene “Da adesso in poi Civici per Vicenza” lancia ora un nuovo progetto: raccontare Vicenza, in Veneto e in tutto il paese, come la Città dei festival.

Sandro Pupillo
Sandro Pupillo

“La più grande eredità – si legge in una nota in proposito – che i dieci anni di amministrazione Variati lasciano alla città è probabilmente la vivacità sul piano culturale e degli eventi. In questi anni Vicenza ha vissuto un vero e proprio fiorire di iniziative e di festival: da un lato si sono allargate e rinforzate manifestazioni che la città ospita da tanti anni, dall’altro ne sono nate di nuove o altre si sono spostate nella nostra città perché trovavano un terreno fertile”.

“Citarle tutti è impossibile, ma l’elemento più interessante è la straordinaria varietà delle attività proposte: dal Vicenza Jazz al Festival Biblico, dalle Feste Rock a Musica delle Tradizioni, per passare agli Stati della Mente Festival di Arte e Cultura, al Festival Città impresa, al Poetry Vicenza, ad Illustri ed ai celebri festival musicali come l’Omaggio a Palladio di Schiff, Le settimane musicali al Teatro Olimpico, Vicenza in Lirica e a tantissime altre prestigiose iniziative. Da adesso in poi Civici per Vicenza ha, tra i suoi 32 candidati, numerosi organizzatori di festival e di rassegne culturali della città, che hanno contribuito alla stesura del progetto”.

“È evidente – sottolinea il capolista, Sandro Pupillo, – che la ricchezza di queste offerte, imprescindibili risorse per la nostra città, debba essere organizzata e coordinata in modo razionale e sistematico da parte del nostro Comune anche in vista della loro futura espansione. Da qui nasce l’idea di portare Vicenza ad essere conosciuta a livello nazionale come “la città dei Festival”, potenziando l’ufficio di coordinamento degli eventi in città, con un brand dedicato e un apposito sito internet che renda più rapida, fruibile e chiara la diffusione di notizie, consentendo una promozione condivisa fuori dai confini della città e la costruzione di collaborazioni strutturali tra i festival. Facciamo sul serio, al punto tale che abbiamo già registrato il dominio internet www.cittadeifestival.it, che siamo naturalmente pronti a donare all’amministrazione comunale, e che abbiamo già messo a punto gli elementi fondamentali dell’operazione. Per il successo dell’iniziativa servirà naturalmente investire risorse importanti, pubbliche e private, perché fondamentale sarà l’attività di marketing fuori dai confini della città”.

Si tratta di una vera e propria operazione di “brand identity” su Vicenza, che consentirà di lanciare campagne di marketing e di promozione turistica non solo sulle sue bellezze architettoniche ma anche per i numerosissimi eventi che la città ospita.  Il progetto prevede di far dialogare le diverse manifestazioni, affinché sia data loro la possibilità di mettere in comune la ricerca di fornitori e sponsor, la condivisione di una strategia per valorizzare ulteriormente la dimensione artistica, enogastronomica e turistica cittadina, la relazione con le associazioni di categoria maggiormente coinvolte (in primis albergatori e commercianti).

In poche parole, l’idea è di costruire, attraverso la regia del Comune di Vicenza, una vera e propria impresa culturale che porti la città ad essere un polo sempre più attrattivo e riconosciuto a livello nazionale ed internazionale, costruendo le condizioni per un afflusso turistico che duri tutto l’anno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *