Breaking News
Castelgomberto visto da Brogliano - Foto di Pottercomuneo (CC BY-SA 4.0)
Castelgomberto visto da Brogliano - Foto di Pottercomuneo (CC BY-SA 4.0)

Caso 5 Stelle, stessa musica a Castelgomberto

Castelgomberto – Movimento 5 Stelle vicentino, come è noto, nella bufera in questi giorni, per il nulla osta alla partecipazione alle elezioni comunali non arrivato ai pentastellati berici dai vertici nazionali del movimento. La situazione , si sa, riguarda la città di Vicenza, ma c’è anche un’altro comune nella stessa situazione. E’ Castelgomberto dove si attendeva il via libera per presentare oggi la lista pentastellata che avrebbe candidato Sergio Grigoletto. Ed invece doccia fredda anche sui 5 stelle della Valle dell’Agno…

Lo comunicano Antonino Casale e Luciana Pinna, entrambi delegati per la lista del M5S, e lo stesso Grigoletto, che a differenza di quanto avvenuto a Vicenza non hanno neanche presentato la documentazione per essere inseriti nella prossima competizione elettorale. Neanche loro hanno ricevuto il via libera nazionale. “Ci atteniamo a quanto sottoscritto prima di cominciare le attività di costituzione della lista – scrivono in una nota -, e cioè che avremmo accettato insindacabilmente la decisione finale di chi è alla guida del movimento”.

“Il gruppo che si è raccolto attorno a Sergio Grigoletto – continuano, tuttavia – ha fatto tutto quello che era necessario per essere riconosciuto e sostenuto nell’iniziativa dai cittadini, dal M5S e dai suoi vertici decisionali. Attenendosi rigidamente alle regole richieste. La sottoscrizione raggiunta nel numero soddisfacente, sia sui nomi che sul programma amministrativo, è segno di una reale presenza nel paese di un bisogno concreto di cambiamento nel segno dei valori di cui il Movimento si fa interprete. Inoltre, soggetti della società civile, quali il Comitato volontario trasparenza e il Comitato veneto Pedemontana alternativa, presenti nella lista, avrebbero potuto manifestare, dentro il consiglio di un comune collocato nel cuore della Valle dell’Agno, le esigenze, le necessità e il controllo a seguito dello stravolgimento ambientale e sociale generato dalla costruzione della Superstrada Pedemontana Veneta”.

“Siamo solidali con i nostri amici di Vicenza – concludono – che in questo momento stanno soffrendo il disagio dell’esclusione dalla competizione elettorale. Il gruppo di Vicenza del M5S ha una presenza ormai storica e riconosciuta anche con i consiglieri attivi nel consiglio comunale. Quanto stanno portando avanti da mesi in modo trasparente e pubblico ha qualificato la loro presenza in questo confronto amministrativo, come pure nel movimento a tutti i livelli e in tutte le piazze della città. Ci auguriamo che, nelle decisioni superiori e qualora ci fosse ancora tempo, ci sia spazio per una valutazione diversa da quella a cui abbiamo assistito”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *