Vicenzavicenzareport

Crack banche, risparmiatori e candidati a confronto?

Vicenza – “Vicenza vede, in queste settimane, l’accentuarsi della campagna elettorale cittadina con proposte e argomenti di discussione più o meno importanti. Riteniamo però, che a pochi giorni dalle votazioni, sia arrivato il momento per i candidati di parlare anche di banche venete e di risparmiatori vicentini. Proponiamo ai candidati un confronto per parlare di proposte e programmi che riguardino le due banche popolari e i loro ex risparmiatori. Siamo anche noi parte di Vicenza, e stiamo scrivendo, nostro malgrado in questi mesi, una parte della storia della città”.

E’ l’appello ed invito ai candidati sindaco di Vicenza, alle elezioni del 10 giugno, lanciato dall’associazione Noi che credevamo nella Banca Popolare di Vicenza, molto attiva ed in cerca di giustizia per i troppi che hanno perso i loro risparmi nel crack della popolare vicentine e di Veneto Banca. Tra l’altro, l’associazione dei risparmiatori non è l’unica a chiedere un impegno della politica locale a favore delle vittime delle Banche Venete fallite.

Anche il coordinamento veneto di Fratelli d’Italia infatti, come diciamo in altra pagina del giornale, si rivolge a Francesco Rucco chiedendo un suo impegno affinché “sia garantito l’accesso agli atti a tutti gli aventi diritto”. Fratelli d’Italia si dice infatti preoccupato “per la decisione di trasferire il processo su Veneto Banca alla Procura di Treviso e la richiesta dello spostamento del processo sulla Popolare di Vicenza a Roma o Milano, a causa del concreto rischio che le condotte illecite dei responsabili del crack cadano in prescrizione”.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button