Basket, il Famila Schio supera Ragusa. E’ 2-0

Schio – Ancora un successo per il Famila Wuber Schio nella finale di Playoff Sorbino. Ieri sera,  al PalaRomare, le arancioni hanno infatti regolato, 63-58, le biancoverdi della Passalacqua Trasporti Ragusa. In virtù di questa vittoria, le scledensi conducono ora per 2-0 la serie che assegnerà il tricolore ed  hanno a disposizione due match point (martedì 8 e giovedì 10, al PalaMinardi di Ragusa) per conquistare di nuovo lo scudetto.

Ritmi davvero alti in avvio di gara, con i quintetti che bersagliano senza sosta il canestro offrendo un grande spettacolo a tutti i tifosi presenti. Hamby apre le danze, 0-2 ed Anderson pareggia subito i conti, 2-2. Zandalasini buca la retina da tre, 5-2, ma l’entrata di Soli accorcia le distanze, 5-4. Sul 9-9 una incontenibile Hamby griffa un parziale di 6-0 che vale il primo strappo biancoverde, 9-15. Un break che però le padrone di casa riescono ad annullare grazie ai canestri di Macchi e Zandalasini, e il primo quarto va in archivio sul 16-17.

L’equilibrio è la cifra che caratterizza anche questo periodo, con i due quintetti che si scambiano di continuo lo scettro del comando. Yacoubou firma il +1 arancione, 18-17. Un vantaggio che però dura quanto un battito di ciglia, perché poi la solita Hamby aggiusta le cose, 18-19. Zandalasini ha la mano calda dall’arco, 21-19, ma Spreafico non è da meno, 21-22. La frazione prosegue tra sorpassi e controsorpassi ed è il Famila a chiudere la frazione in vantaggio, 31-30.

La ripresa si apre con un fallo tecnico fischiato all’allenatore delle biancoverdi, Giovanni Recupido. Le arancioni però non sfruttano appieno la situazione, perché al tiro libero messo a referto da Anderson, 32-30, segue una brutta azione, con il pallone gettato alle ortiche. Un errore che Ndour punisce con una tripla, 32-33. Squadre a braccetto fino al 40-40, quando le Aquile spiegano le ali e volano a +8, 40-48. A limitare i danni, per le scledensi, ci pensa capitan Masciadri, 43-48.

Nell’ultimo atto della contesa Hamby colpisce due volte e rimpolpa il tesoretto biancoverde, 43-52. Schio risponde con una palla persa e una infrazione di 24 secondi. Il momento no delle arancioni spinge coach Vincent a chiamare a rapporto le sue ragazza. Al rientro sul parquet dopo il time out, le scledensi sono più concentrate e meglio disposte in campo. Il Famila polverizza il bottino accumulato dalle iblee e si porta in vantaggio, chiudendo la gara sul 63-58.

Schio: Yacoubou 10, Gatti, Anderson 7, Masciadri 6, Hruscakova 6, Zandalasini 19, Ress 5, Dotto 4, Macchi 6. N.E. Tagliamento

Ragusa: Consolini, Gorini, Spreafico 5, Formica, Soli 4, Hamby 22, Kuster 11, Ndour 16. N.E. Valerio, Miccoli e Bongiorno

Ilaria Martini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità