Breaking News

Arzignano, un incontro sul maltrattamento invisibile

Arzignano – “Il maltrattamento invisibile – Quando i minori subiscono violenza a scuola, in famiglia e in altri ambienti. Come aiutare e prevenire?”. E’ questo il titolo di un incontro organizzato dal Comune di Arzignano, nell’ambito del progetto Reti di comunità e in collaborazione con l’associazione Comunità Papa Giovanni XXIII. L’incontro si terrà giovedì 24 maggio nel centro ricreativo anziani Mastrotto, in via dei Cappuccini 12, ad Arzignano, ed è aperto a genitori, docenti, animatori, educatori, operatori e volontari.

Interverranno l’assessore al sociale e vicesindaco Alessia Bevilacqua, il sostituto commissario della Polizia di Stato responsabile della seconda sezione della squadra mobile di Vicenza, Roberto Minervini, il consulente educativo e formatore Roberto Maggi e la sociologa e giudice onorario presso il Tribunale per i minori di Bologna Elena Buccoliero.

“L’incontro – spiega in una nota il Comune di Arzignano – non affronterà il delicato tema della sofferenza del bambino indispensabile (determinata dal normale adattamento alla vita e alla realtà) o inevitabile (legata al lutto in famiglia o alla malattia), ma di quella che si può evitare, causata dall’ignoranza, dall’indifferenza e, dall’incapacità dell’adulto di ascoltare, di capire il bambino. Una sofferenza è causata inoltre dalla trascuratezza e dalla violenza psicologica e fisica dell’adulto nei confronti del bambino. In Italia sono centomila i minori maltrattati e presi in carico dai servizi sociali. Un dato drammatico, anche perché non rispecchia l’effettiva situazione reale che, considerando il sommerso, potrebbe essere molto più grave”.

“Questo incontro – ha aggiunto il vicesindaco – può dare informazioni e strumenti utili ai genitori, ma anche agli insegnanti e alla cittadinanza su quali sono i segnali di maltrattamento, sul come interpretarli e sull’importanza di non sottovalutarli, confonderli o male interpretarli. Ritengo questi incontri importanti, anche perché la cronaca ci racconta, purtroppo ogni giorno, casi di maltrattamenti nei confronti delle fasce più fragili della popolazione, e i minori sono una di queste”.

“E’ un tema delicatissimo – ha detto da parte sua il sindaco di Arzignano, Giorgio Gentilin, – e l’incontro mette a confronto chi opera nel campo sul fronte della giustizia, delle forze dell’ordine, sociologico e psicologico. Invito genitori e operatori che lavorano con il mondo dei minori a partecipare, perché potranno ricavarne strumenti di analisi del fenomeno importanti, che potrebbero essere fondamentali nel rilevare casi di maltrattamento”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *