Renato Cevese
Renato Cevese

L’Accademia Olimpica ricorda Renato Cevese

Grumolo delle Abbadesse – Sarà Grumolo delle Abbadesse, domenica 20 maggio, la meta dell’annuale tornata esterna dell’Accademia Olimpica, l’appuntamento che la prestigiosa istituzione vicentina organizza al di fuori della propria sede naturale, vale a dire il Teatro Olimpico e l’annesso Odeo, per approfondire la conoscenza del territorio provinciale sia da un punto di vista storico e artistico, sia analizzandone l’attualità economica, sociale e culturale. L’incontro, organizzato con il patrocinio del Comune di Grumolo, è fissato con inizio alle 10.30, a Villa Godi Piovene, in località Sarmego.

“E’ il luogo ideale – spiega una nota dell’accademia – per ricordare la figura e l’opera di Renato Cevese, personaggio tra i più attivi e significativi della cultura vicentina degli ultimi decenni, storico dell’arte e accademico olimpico scomparso nel 2009, la cui eredità di pensiero e impegno si vuole ricordare  in quella che fu, a lungo, la dimora sua e della sua famiglia”.

Aperto dal sindaco di Grumolo delle Abbadesse, Flavio Scaranto, dal presidente dell’accademia, Gaetano Thiene, e dalla responsabile slow food del Presidio del riso, Maria Luisa Teso, l’incontro consentirà, prima di tutto, di ribadire la visione di Cevese in materia di tutela del patrimonio artistico vicentino e veneto, ripercorrendone i tratti salienti attraverso gli interventi dell’accademica Donata Battilotti (su “Renato Cevese e le ville vicentine”) e di Martin Kubelik, già dell’Università tecnica di Praga (“L’umanesimo di Renato Cevese”).

Un secondo capitolo di riflessione sarà dedicato alla storia e all’economia di questo territorio, che “si sta confrontando – si legge ancora – con il delicato passaggio da un assetto prevalentemente rurale, con la coltivazione del riso come eccellenza, ad una sempre più significativa presenza industriale, alla ricerca di uno sviluppo che ne rispetti gli equilibri”.

Della materia discuteranno l’accademico Edoardo Demo (“Un territorio bellissimo per le doti della natura in grado sublime: l’economia del Basso Vicentino in età moderna”) e il ricercatore di storia locale Giulio Cristiani (“Il riso delle Abbadesse: excursus storico”). Ingresso libero. Per informazioni 0444 324376 e www.accademiaolimpica.it.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *