Breaking News

Dieci anni di violenze sulla figlia adottiva. Arrestato

Vicenza – Un quarantenne di Palermo, residente a Vicenza da alcuni anni, dove lavorava come bidello in una scuola della città, è stato arrestato oggi dagli uomini della Polizia di Stato perché è passata in giudicato una condanna nei suoi confronti, a nove anni e sei mesi, per violenza sessuale aggravata e continuata. Le violenze, sempre negate dall’uomo che ha fatto ricorso contro la condanna in tutti i gradi di giudizio, risalgono agli anni dal 1997 al 2008, quando  viveva in Sicilia, con la moglie e la figlia che la donna aveva avuto da un precedente matrimonio.

Ed a subire la violenza, per oltre dieci anni, era stata proprio quest’ultima, oggi ventisettenne, e che all’epoca dei primi episodi era invece una bambina di appena sei anni. La ragazza ha poi taciuto a lungo, fermata dalla paura e dalle minacce del patrigno, finché non ha trovato il coraggio di parlarne con la madre che ha subito sporto denuncia.

L’uomo intanto si era però trasferito a Vicenza, facendosi anche una nuova famiglia. Adesso, dopo i tre gradi di giudizio, la condanna è divenuta definitiva e per lui si sono spalancate le porte del carcere. Ha anche perso la potestà genitoriale, anche sui figli avuti dopo, con la nuova compagna, ed è stato interdetto dai pubblici uffici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *