Breaking News
András Schiff
András Schiff

Vicenza, torna “Omaggio a Palladio” con András Schiff

Vicenza – Nuova edizione, a Vicenza, del festival “Omaggio a Palladio”, in programma da giovedì 26 a domenica 29 aprile, realizzato dalla Società del Quartetto su un’idea di András Schiff, che assieme all’orchestra Cappella Andrea Barca è anche il protagonista della quattro giorni di concerti classici, ospitati al Teatro Olimpico e alla Basilica dei Santi Felice e Fortunato. Il motivo ricorrente di questa edizione 2018 sono le quattro brillanti ouvertures per orchestra di Johann Sebastian Bach Bwv 1066-1069, ognuna delle quali sarà eseguita all’inizio di ogni concerto.

“L’immersione totale in una serie di capolavori monografici – si legge nella presentazione del festival – è, insieme alle Messe proposte a San Felice, una peculiarità che ha caratterizzato le recenti edizioni di Omaggio a Palladio. Nel 2015, Schiff e i suoi musicisti avevano proposto i sei Concerti per clavicembalo e orchestra di Bach e l’anno scorso era toccato ai celebri Brandeburghesi. Nell’intervista che sarà pubblicata sul programma di sala di Omaggio a Palladio, Schiff svela che nel 2019 eseguirà tutti i Concerti per pianoforte e orchestra di Mozart”.

Per quanto riguarda gli altri brani che il pianista e direttore ungherese proporrà nella splendida cornice del teatro palladiano, quest’anno la preferenza è andata al repertorio cameristico, seguendo un’ispirazione che Schiff ha definito “lontana dai clamori”. Toni dunque più raccolti e intimistici rispetto al passato, per questo festival, a partire dalla serata di apertura, giovedì 26, con il Divertimento per archi di Béla Bartók e il secondo Quartetto per pianoforte e archi di Brahms.

Venerdì 27, alla Basilica di San Felice e Fortunato, si potranno ascoltare, dopo l’ouverture bachiana di turno (la numero 3 in Re maggiore), è in programma il Quintetto per archi in Fa maggiore di Anton Bruckner e, nella seconda parte, la Missa Sacra di Schumann con la partecipazione della Schola San Rocco preparata da Francesco Erle. Il concerto di sabato 28 avrà uno spirito più frizzante, ben introdotto dalla Ouverture per flauto e orchestra in Si minore di Bach, alla quale seguirà il brillante Quartetto per archi di Giuseppe Verdi nell’esecuzione del Quartetto Merel. In chiusura la Serenata in Si bemolle maggiore per dodici fiati e contrabbasso di Mozart, altrimenti conosciuta come “Gran Partita”.

Dopo il solito Bach (con la ouverture n. 4), nel concerto conclusivo di domenica 29 andrà in scena uno degli eventi più attesi, quando il Schiff siederà al pianoforte per eseguire la soave Sonata in Sol maggiore “Fantasie” di Franz Schubert, un capolavoro che raramente si ha modo di ascoltare nelle sale da concerto. Nella seconda parte della serata si ritorna a Brahms con la Sinfonia in Re maggiore op. 73 che la Cappella Andrea Barca eseguirà sotto la direzione di Schiff.

Anche quest’anno le prevendite per assicurarsi un posto al teatro palladiano sono andate a ruba in pochi giorni, con prenotazioni che sono arrivate principalmente da Germania, Austria, Inghilterra e Svizzera. C’è ancora disponibile qualche ingresso per la serata inaugurale di giovedì 26 e per il concerto di venerdì 27 alla Basilica di San Felice. Per maggiori informazioni: www.quartettovicenza.org.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *