Breaking News
Gian Dàuli
Gian Dàuli

Si parla di Gian Dàuli all’Accademia Olimpica

Vicenza – Un convegno su Gian Dàuli, “personaggio vicentino più citato che conosciuto”, come sottolinea il presidente dell’Accademia Olimpica di Vicenza, Getano Thiene. E’ infatti proprio l’istituzione culturale cittadina ad organizzare questo incontro, con il quale si vuole gettare nuova luce sulla vita e sul ruolo di questo scrittore vicentino, ma soprattutto editore e organizzatore culturale eclettico e innovativo. Si terrà, a Vicenza, giovedì 12 aprile, alle 17.30, nell’Odeo del Teatro Olimpico, organizzato dalla Classe di lettere e arti.

L’Accademia Olimpica si è rivolta al proprio socio, Paolo Lanaro, e ad Alessandro Baù, ricercatore dell’Università di Verona, affidando al primo l’incarico di disegnare un ritratto di Gian Dàuli come autore “pop”. Al secondo invece ha chiesto di raccontarne “l’arte di far libri”. I due interventi saranno anticipati da un’introduzione di Gaetano Thiene e moderati da Emilio Franzina, presidente della Classe di lettere e arti.

Gian Dàuli si chiamava in realtà Giuseppe Ugo Nalato. Nacque a Vicenza nel 1884, ma a quattordici anni si trasferì a Venezia, città dalla quale, pochi anni più tardi, partì per l’Inghilterra, dove rimase dal 1903 al 1906. Dopo la prima guerra mondiale, durante la quale rimase ferito sull’Ortigara, andò a vivere a Milano, pubblicando i primi romanzi e dedicandosi all’editoria popolare e alla traduzione, con una particolare attenzione per gli scrittori anglosassoni, che fu tra i primi a introdurre nel mercato italiano.

Si occupò attivamente anche di giornalismo e di produzione cinematografica. Il regime di Benito Mussolini lo vide in un primo tempo simpatizzante del fascismo, ma via via sempre più critico, tanto da essere poi schedato come antifascista dalla polizia politica. Nel 1944 pubblicò “Cabala bianca”, romanzo considerato il suo capolavoro, ma buon valore riveste anche “La Rua”, di ambientazione vicentina come molti altri suoi scritti. Morì a Milano nel 1945.  L’incontro è ad ingresso libero. Per informazioni: www.accademiaolimpica.it.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *