Kathy Bates nella celebre scena “Towanda”, del film "Pomodori verdi fritti alla fermata del treno"
Kathy Bates nella celebre scena “Towanda”, del film "Pomodori verdi fritti alla fermata del treno"

Donne del Pd firmano il manifesto TowandaDem

Venezia – “Abbiamo lavorato per cinque anni al fine di favorire maggiori diritti e maggiore parità delle donne in tutte le sfere della società, ma ci troviamo ora ad avere un gruppo dirigente nel partito sempre più chiuso e formato da uomini. Siamo stati superati non solo dal Movimento 5 Stelle ma anche dalla Destra, dopo essere stato sale della società ed esempio, ora proprio noi, torniamo indietro”.

A parlare sono le ex senatrici del Partito Democratico, Laura Puppato e Rosanna Filippin, il cui intervento vuole sottolineare i passi indietro compiuti dal Pd in materia di parità di genere. Dal gruppo con la più massiccia rappresentanza femminile del governo Renzi, formato da metà donne e metà uomini, infatti, si è arrivati alle ultime elezioni, dove sono bastate le pluricandidature di otto donne per escludere trentanove candidate favorendo l’elezione di altrettanti uomini.

A descrivere, in dettaglio, questa situazione è TowandaDem, un comunicato manifesto (che può essere consultato cliccando qui)  firmato da quasi 500 iscritte al Pd, che ha tra le promotrici proprio Puppato e Filippin.

“Il successo avuto dal documento anche in Veneto – hanno commentato le democratiche – è la testimonianza vera di quanto riportato tra le righe, ovvero che tutte vogliamo essere protagoniste della prossima fase del Partito Democratico, che dovrà ripartire dall’effettiva rappresentanza paritaria ad ogni livello, ispirata a merito e competenze. Un’altra nota dolente su cui riflettere sono i territori, alcuni molto premiati ed altri assenti persino di una seppur minima rappresentanza, maschile o femminile”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *