Breaking News

Con il progetto Re-Living si promuove la parità di genere

Schio – Inclusione e accompagnamento delle donne vittime di violenza e sensibilizzazione sulle tematiche della parità di genere per prevenire e combattere i fenomeni di povertà ed esclusione sociale delle donne. Sono i due momenti che compongono il progetto Re-Living, che ha visto la luce grazie all’opera di cinque soggetti, i quali hanno unito le loro forze per creare una rete di aiuto e azione.

Gli attori di questa lodevole iniziativa sono le cooperative Progetto Zattera Blu Onlus, Luoghi Comuni e Adelante, di Bassano, Samarcanda di Schio e l’associazione Questacittà di Bassano. Inoltre, in questo progetto sono stati anche coinvolti più di 1.300 studenti degli istituti superiori di Schio e di Bassano, 115 giornalisti e giornaliste e 50 aziende. E’ stato anche realizzato un video, con la partecipazione dell’Asd Rugby di Bassano e, a conclusione del percorso svolto, sono in calendario due appuntamenti aperti alla cittadinanza.

Il primo si terrà martedì 24 aprile, al lanificio Conte di Schio, dove, alle 18.30, è in programma la presentazione del libro “Alfabeto d’origine” della scrittrice e femminista Lea Melandri. L’evento, ad ingresso libero, è promosso con la collaborazione della libreria Qui Virgola. Il secondo, lo spettacolo teatrale “La semplicità ingannata” di e con Marta Cuscunà, è fissato per le 21 di giovedì 10 maggio e sarà ospitato dal Teatro Civico di Schio. I biglietti (15 o 10 euro) sono acquistabili al Teatro Civico di Schio e sul circuito online www.vivaticket.it.

Tornando al cuore di Re-Living, “la prima fase – spiega, nel dettaglio, una nota di presentazione del progetto – è dedicata a percorsi di inclusione e accompagnamento lavorativo, coordinati da professionisti e professioniste, per sostenere e favorire l’autonomia personale e lavorativa delle destinatarie. Tra Schio e Bassano sono stati realizzati cinquanta accompagnamenti psicoeducativi, quaranta accompagnamenti lavorativi, sei tirocini rivolti a donne vittime di violenza in situazione di disagio e con scarso supporto relazionale nel territorio”.

La seconda parte è destinata alla sensibilizzazione ed è stata portata avanti tramite diverse azioni coordinate (che si possono approfondire a questo link) che mirano a creare e a potenziare una riflessione condivisa sul rispetto di genere che agisca in più direzioni e che si rivolga a destinatari provenienti da diversi ambiti sociali. Re-Living è sostenuto dai Comuni di Schio e di Comune di Bassano, con il patrocinio dei Comuni di Thiene, Santorso, Cartigliano, Rossano Veneto.

“Il progetto Re-Living – ha sottolineato Alessandra Turcato, referente della Cooperativa Samarcanda – è nato soprattutto perché riteniamo importante parlare di violenza di genere e di discriminazioni, non solo negli ambiti che si occupano del problema conclamato, ma anche in spazi informali e quotidiani. Infatti, è cambiando l’approccio nei rapporti tra uomini e donne che si combatte assieme il problema della violenza di genere. Re-living ha attivato azioni di accompagnamento e supporto concreto e professionale a molte donne che vivono situazioni di violenza, ma ha anche cercato di  creare occasioni e spazi di incontro per le donne in situazione di difficoltà, per affrontare le problematiche legate al femminile in maniera condivisa, senza stigmatizzazioni”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *