Veneto

Primavera con rischio valanghe in Veneto

Venezia – C’è un pericolo molto concreto di valanghe in Veneto, in questi giorni, tanto che è  stato dichiarato lo stato di attenzione, sia sulle Dolomiti che sulle Prealpi. Nei giorni scorsi infatti, su molte zone della montagna veneta, si sono verificate nevicate significative, che hanno innalzato il manto nevoso già presente. A questo si è aggiunto un successivo innalzamento della temperatura e, come è logico, si è creata una situazione di rischio.

Questo ha spinto il Centro funzionale della Protezione civile della Regione Veneto, alla luce del bollettino neve emesso dal Centro anti valanghe di Arabba, a dichiarare lo stato di attenzione per rischio valanghe (grado 3-giallo), che è iniziato ieri sera, primo aprile e che sarà valido fino ad una nuova e diversa comunicazione. Lo stato di attenzione, come dicevamo, riguarda sia per l’area delle Dolomiti che quella prealpina.

Per quanto riguarda invece le previsioni meteo, per oggi, dopo un avvio di giornata con cielo sereno o poco nuvoloso, sono previste nubi alte e possibili foschie o locale nebbia. Domani, martedì 3 aprile, il cielo sarò da irregolarmente nuvoloso a molto nuvoloso, con fasi di parziale schiarita più probabili nella prima parte della giornata e in generale a nord-est. Precipitazioni possibili in serata sera. Limite delle nevicate prossimo ai 2000 metri, in rialzo. Per quanto riguarda le temperature, per le minime prevarrà un discreto aumento, specie sulle zone centro-settentrionali.

Tempo instabile anche mercoledì 4 aprile, con precipitazioni anche diffuse e in probabile intensificazione alla sera, con rovesci e temporali. Limite delle nevicate sui 1600-1900 metri. Temperature minime in aumento ovunque, massime in calo soprattutto sulle zone montane e pedemontane centro-orientali. Tempo instabile anche giovedì 5, con addensamenti nuvolosi più estesi fino al mattino e schiarite più significative nelle ore centrali, con alcune fasi di precipitazioni sparse anche a carattere di rovescio o temporale. Limite delle nevicate a circa 1300-1600 metri o localmente un po’ più in basso. Temperature minime in calo soprattutto in montagna, massime in contenuto aumento.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button