Vicenza ha un nuovo centro culturale, Porto Burci

Vicenza – Inaugurazione ufficiale il 28 aprile, a Vicenza, per il nuovo centro culturale, formativo e ambientale “Porto Burci”, con sede nello spazio dell’ex asilo Burci, al civico 27. Il centro è stato assegnato, per due anni (con possibilità di proroga per altri 12 mesi) ad una serie di associazioni, con capofila Festambiente Vicenza. Il loro obiettivo sarà quello di proporre attività culturali, ricreative, ambientali e formative in una logica di sostenibilità, accoglienza, partecipazione attiva dei cittadini.

Prima del taglio del nastro di sabato 28 sono previste alcune visite guidate (martedì 17 e venerdì 20 aprile, dalle 17 alle 20), con lo scopo di raccogliere idee, proposte e offerte di collaborazione di singoli e di gruppi che vorranno partecipare alla costruzione del nuovo spazio, dando così concretamente inizio al percorso di coinvolgimento della cittadinanza.

“A Vicenza – ha sottolineato il consigliere comunale delegato alle politiche giovanili, Giacomo Possamai – mancava uno spazio come questo. Porto Burci diventerà uno dei cuori pulsanti della nostra città. Avrà una funzione e una gestione diverse rispetto a quelle degli altri centri giovanili, con una particolare connotazione di partecipazione e apertura: sarà uno spazio dedicato all’aggregazione giovanile ma non solo”.

“Sarà un luogo aperto alla sperimentazione, al servizio civile, all’alternanza scuola lavoro, ospiterà una web radio, un laboratorio di falegnameria, attività teatrali e molto altro ancora. Se i ragazzi saranno il fulcro di questo spazio, in quanto oltre a gestirlo ne costituiranno il principale target, in realtà sarà un luogo aperto a tutti, oltre che un punto di riferimento per l’ideazione e la realizzazione di nuovi progetti per la collettività”.

Il nome “Porto Burci”, richiama l’antico porto della città dove i burci, i battelli a fondo piatto usati lungo i fiumi, attraccavano sulla riva dei corsi d’acqua portando non solo merci, ma anche persone, idee, progetti ed arte. È proprio questo che lo spazio vuole diventare: un luogo dove i cittadini possono proporre e vedere realizzate, assieme ad altri, le proprie idee e progetti.

Il complesso è composto da due piani, un grande giardino, una terrazza, un corridoio espositivo, sale riunioni luminose e accoglienti, una sala conferenze e dove fare formazione e una dedicata alle arti. Partner tecnici del progetto saranno Aim e Viacqua mentre sarà compito delle associazioni presenti mettere insieme le risorse necessarie a portare avanti il centro per i prossimi anni attraverso progetti, raccolte fondi e contributi.

Arci Servizio Civile, Cosmos, Non dalla guerra, Arciragazzi, Teatro Amantidi, Legambiente Volontariato saranno le realtà che affiancheranno Festambiente Vicenza nella gestione di “Porto Burci”: il comitato di gestione coordinerà il calendario degli eventi e delle attività del centro culturale, la comunicazione con gli uffici del Comune e l’affitto delle sale.

Tra le realtà che hanno dato il loro partenariato al progetto per sviluppare attività ci sono Spritz letterario, associazione Arturo, Meccano 14, le associazioni delle feste rock di Vicenza (Jamrock, Riviera Folk Festival, Lumen e Spio Rock), la comunità Murialdo Veneto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità