Breaking News

Vicenza, il parco Retrone si rinnova

Vicenza – Ingressi e percorsi rinnovati, un’area per lo sgambamento dei cani e nuove bacheche informative. Sono solo alcuni degli interventi in programma al parco Retrone, di Vicenza, un’area i cui lavori di valorizzazione sono iniziati proprio oggi e dovrebbero essere ultimati in 60 giorni.

Questo intervento intende migliorare la fruizione del parco, riqualificando i due ingressi principali (quello di via Malvezzi e via Meldolesi) e creando un percorso accessibile anche a persone con disabilità, anziani, famiglie con carrozzine, che potranno passeggiare, in autonomia, dall’area con servizi igienici in prossimità degli orti urbani al punto acqua e relax di via Meldolesi.

Il progetto, che ha ottenuto il parere favorevole della Soprintendenza e che è stato condiviso con le associazioni locali, i residenti del quartiere e la commissione Peba (Piano eliminazione barriere architettoniche) del Comune, prevede inoltre la messa in sicurezza dell’argine di accesso da strada di Gogna (dove la staccionata di legno deteriorata verrà sostituita con siepi laterali protettive), l’installazione di cinque bacheche informative, con indicati i percorsi ciclopedonali e i punti di interesse nell’area circostante il parco, e la realizzazione di un sentiero, in lastre di pietra locale, nella zona degli orti urbani.

Scendendo più nel dettaglio delle opere, il percorso per persone con disabilità, che avrà una larghezza di 1,5 metri per 250 metri di lunghezza, sarà in conglomerato ecologico drenante tipo Biostrasse, in tinta naturale, e dotato di una panchina. Un altro tratto del percorso, di circa 30 metri, collegherà il nuovo percorso ciclopedonale con il tratto di via Malvezzi parallelo a via Berolaldi.

Per l’accesso al parco da via Malvezzi, accanto al sentiero esistente troverà posto un percorso dedicato alla disabilità motoria e visiva, anche questo realizzato in conglomerato ecologico drenante tipo Biostrasse, in tinta naturale, ed accompagnato longitudinalmente da un parapetto direzionale. Saranno, inoltre, sistemati appositi dissuasori in punti utili per delimitare il percorso dall’accesso veicolare in caso di manifestazioni ed eventi. A proposito, invece, dell’accesso di via Meldolesi, sarà realizzato un nuovo percorso con parapetto. Nel tratto iniziale sarà posato materiale granulare misto, omogeneo a quello dell’area di parcheggio esterna e del punto idrico.

L’esistente sentiero che collega via Malvezzi e via Meldolesi verrà ripavimentato e verrà affiancato, sul lato occidentale, da un parapetto metallico quale sostegno per utenti ipovedenti e con difficoltà motorie. Saranno inoltre installate due nuove panchine. Anche il tratto finale del percorso sarà ripavimentato così da garantire un’accessibilità senza barriere al punto idrico ed alla zona di sosta e relax, dove verranno posizionate tre panchine, in sostituzione di quelle ora presenti.

Per quanto riguarda lo spazio destinato allo sgambamento cani, quest’area di circa 850 metri quadrati complessivi, delimitata da una recinzione in rete metallica plastificata, sarà connessa al percorso esistente interno al parco con un tracciato di pietre locali. La superficie comprende una sorta di stanza-filtro di sicurezza, completa di panchina e fontanella con distributore di sacchetti igienici per la raccolta delle deiezioni canine, dalla quale si accederà a due aree separate per cani di piccola e grande taglia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *