giovedì , 25 Febbraio 2021

Nuova protesta contro il degrado in zona San Bortolo

Vicenza – Azione dimostrativa quest’oggi a Vicenza, davanti all’ospedale San Bortolo, dove militanti del Movimento Italia Sociale e di Forza Nuova sono tornati a presidiare il parcheggio, teatro di recenti episodi di degrado, come furti o aggressioni, specialmente nell’area di sosta interna, quella riservata ai dipendenti. Duplice lo scopo dell’iniziativa: allontanare i parcheggiatori abusivi e gli individui molesti che stazionano nel piazzale di via Rodolfi e dare un nuovo segnale al Comune di Vicenza ed alle forze dell’ordine, incapaci secondo i due movimenti dell’estrema destra, di porre un freno all’insicurezza nella zona del San Bortolo. Nella loro protesta, i militanti del Mis e di Forza Nuova, provocatoriamente, si sono improvvisati “parcheggiatori abusivi gratuiti”.

“Dopo l’aggressione subita da un’infermiera nel febbraio scorso – spiegano Gian Luca Deghenghi e Daniele Beschin, coordinatori dei due movimenti -, abbiamo deciso di tornare a mettere in luce il degrado nell’area dell’ospedale, dove parcheggiatori abusivi e sbandati di ogni genere la fanno periodicamente da padroni, creando disagio e pericolo per i cittadini. Più volte abbiamo presidiato pacificamente il parcheggio di via Rodolfi, e ad ogni nostro intervento è seguito un aumento dei controlli da parte della polizia locale e delle forze dell’ordine. Purtroppo, appena l’attenzione cala, la situazione torna a volgere al peggio”.

“Per questo torniamo a chiedere un inasprimento della repressione di un fenomeno, quello della presenza di parcheggiatori abusivi e sbandati, che perdura da anni e che deve essere debellato definitivamente. Ogni volta che si rifaranno vivi, noi torneremo a contrastarli. Da tempo aspettiamo l’impegno delle altre forze politiche cittadine, ma al momento sono troppo impegnate nelle chiacchiere da campagna elettorale. Al limite, in caso di vittoria di Otello Dalla Rosa alle prossime comunali, confideremo nell’intervento decisivo della sua futura squadra di volontari stranieri per la sicurezza urbana”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità