Breaking News
Thiene, sventata truffa ad anziana con petardo

Occhio alle truffe. E’ la volta dei finti tecnici Arpav

Padova – Finti avvocati che pretendono soldi per tirare fuori dai guai un parente; finti tecnici che, con la scusa di controllare una perdita di gas, entrano in casa e frugano alla ricerca di preziosi; finti operatori che si offrono di cambiare le banconote, magari quelle della pensione appena ritirata, con delle altre, perché le prime sono fasulle…

Sono davvero tante le situazioni che i malviventi studiano per raggirare le persone, le quali, magari anziane e prese alla sprovvista, lì per lì cadono nella trappola, facendosi spillare quattrini e gioielli. E la lista dei “falsi” è purtroppo sempre più lunga. Ultimamente, ad esempio, è giunta notizia di finti tecnici Arpav, così come riportato dalla stessa Agenzia regionale per la prevenzione e protezione ambientale.

“Sono stati segnalati – si legge infatti nella nota diramata in proposito – casi di truffatori che si presentano come ispettori Arpav per entrare nelle abitazioni private e commettere atti illeciti. Il personale Arpav, che è autorizzato ad effettuare controlli per verificare il rispetto della normativa ambientale, è riconoscibile grazie al tesserino di identificazione e, di norma, abbigliamento e vettura con loghi aziendali”.

“Nel caso di controlli nelle aziende, il personale Arpav si qualifica, con il tesserino di identificazione, presentandosi al responsabile dell’impianto, al quale viene comunicato il motivo del controllo. Nel caso non fosse presente il titolare o il responsabile, viene richiesto al personale presente di contattare lo stesso per comunicare quanto sopra affinché vengano date disposizioni per poter eseguire i controlli programmati”.

“Nel caso di abitazioni private – conclude la nota -, l’agenzia regionale informa, con congruo preavviso, i cittadini interessati circa le date e gli orari di passaggio degli incaricati, oppure fissa direttamente un appuntamento con i singoli utenti. I dipendenti Arpav non chiedono mai denaro e non possono accettarlo. In ogni caso è sempre possibile contattare i numeri Arpav 049 8239301-373 per verificare l’identità di chi si presenta come dipendente dell’agenzia stessa”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *