Breaking News
Telecamere di sorveglianza, immagine d'archivio
Telecamere di sorveglianza, immagine d'archivio

Nuove telecamere puntate su Montecchio e Brendola

Montecchio Maggiore – Undici nuovi occhi elettronici monitorano il territorio di Montecchio e di Brendola. Grazie ad un contributo regionale di 28 mila euro, che ha coperto gran parte della spesa complessiva del progetto, sono state installate 8 telecamere a Montecchio e 3 a Brendola. Questa implementazione del sistema comunale di videosorveglianza a disposizione del Consorzio della polizia locale dei Castelli va nella direzione di una maggiore sicurezza per i cittadini.

Alle telecamere, collegate al Comando di polizia locale, sarà affidato il compito di prevenire atti di vandalismo, attività illecite e violazioni delle norme di polizia locale; vigileranno sull’integrità, conservazione e tutela del patrimonio pubblico e privato, tuteleranno l’ordine, il decoro e la quiete pubblica. Si occuperanno inoltre di monitorare e controllare il traffico veicolare in aree strategiche per prevenire il fenomeno dell’abbandono di rifiuti e i reati ambientali. Infine, rileveranno i passaggi dei veicoli nei varchi di accesso al territorio comunale per accertare le infrazioni relative alla mancanza polizza assicurativa e revisione, rileveranno i veicoli rubati o sospetti e le situazioni di pericolo per la sicurezza pubblica.

A Montecchio quatto dispositivi hanno trovato posto nella zona nevralgica della cosiddetta “Rotatoria del Cavallo”, all’intersezione della strada regionale 11 con viale Europa e via Battaglia; due in piazza San Paolo, uno a ridosso del Castello di Romeo e uno nella zona del Castello di Giulietta. A Brendola, invece, due telecamere sono state installate nel portico della biblioteca e una nel parco giochi “Mascagni”.

“Con queste nuove installazioni – ha sottolineato il sindaco Milena Cecchetto – abbiamo esteso il sistema di videosorveglianza al punto forse più trafficato della nostra città, vale a dire la Rotatoria del cavallo, alla piazza principale di Alte e a zone di pregio turistico come i Castelli di Giulietta e Romeo, aumentando quindi a scopo preventivo il controllo del nostro territorio”.

“Siamo convinti – hanno commentato il sindaco di Brendola, Bruno Beltrame e l’assessore alla sicurezza, Alessandra Stenco – che l’implementazione della videosorveglianza e altri progetti, che stiamo perseguendo, servano a migliorare la sicurezza oltre ad essere un valido supporto per le forze dell’ordine. Controlli sempre più mirati assicurano maggiore sicurezza per i nostri cittadini, i quali hanno il diritto di sentirsi protetti e conseguire una dimensione di qualità della vita che promuova il miglior equilibrio generale per godere delle possibilità che il nostro territorio offre”.

In totale, con l’ampliamento appena concluso, salgono a 40 le telecamere presenti a Montecchio (compresi 5 apparecchi Targa System) e a 11 quelle di Brendola (con 2 Targa System).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *