Musica spagnola al Teatro Comunale di Vicenza

Vicenza – Nuovo concerto spettacolo, mercoledì 18 marzo, alle 21, al Ridotto del Teatro Comunale di Vicenza, nell’ambito della stagione musicale di Incontro sulla tastiera. L’appuntamento è dedicato alla Spagna, in particolare ai ritmi appassionati dell’Andalusia, che prenderanno vita grazie alla chitarra del musicista argentino Juan Martin Oyhenart e ai passi di flamenco della ballerina spagnola Gema Arroita, cadenzati al suono delle nacchere. Le canzoni accorate, dal repertorio popolare catalano e castigliano, interpretate dal mezzo soprano Victoria Lyamina, e le poesie d’amore, vita e morte di Federico Garcìa Lorca, eccezionalmente declamate da Enrico Hüllweck, faranno da cornice al tutto.

“Andalusia e Spagna – si legge in una nota di Incontro sulla tastiera -, non potrebbero, d’altra parte, esistere senza Lorca, che, prima di essere poeta, fu anche musicista. L’ opera di Garcia Lorca nasce da un appassionato legame con la sua terra e da un lucido confronto con l’innocenza. Visse il dramma dell’inevitabilità della morte con una inesauribile domanda di felicità e, attraverso la gente del popolo, Lorca visse il contatto più autentico con la musica della sua terra, come ebbe modo di ricordare in molte occasioni. Fu un momento chiave per lui l’incontro con Manuel De Falla, nel 1920, che, più che un maestro, Lorca considerò propria guida e mentore, e grazie a lui rafforzò quel rapporto con la musica popolare che intuitivamente aveva stabilito nella sua infanzia”.

“Occorre scoprire el duende – scriveva il grande poeta andaluso -, la forza che passa dall’artista al pubblico e dal pubblico all’artista. Si può essere un tutt’uno con el tocar de guitarra flamenca dei musicisti, si può far battere il proprio cuore al ritmo dei battiti delle mani, si può ascoltare la storia di un amore perduto perdendosi nei passi di danza delle flamenquitas. II duende agisce sul corpo della ballerina come il vento sulla sabbia. La Spagna è l’unico paese dove la morte è spettacolo nazionale. La sua arte è sempre sorretta da un duende acuto, che la differenzia e le dà una sua qualità d’invenzione”. Info: www.incontrosullatastiera.it. Prevendita: Pantharei.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *