Breaking News

Mamme No Pfas: “Controllo più stretto su Miteni”

Trissino – Incontro nelle settimane scorse, il 26 marzo, tra i rappresentanti dei gruppi Mamme No Pfas e alti funzionari dei competenti settori della Provincia di Vicenza, nello specifico il responsabile del Servizio ambiente Filippo Squarcina e il segretario e direttore generale Angelo Macchia. Si è discusso del rinnovo dell’Autorizzazione integrata ambientale (Aia) alla azienda Miteni, di Trissino.

L’ultimo rinnovo dell’autorizzazione era stato concesso dalla Regione Veneto nell’ottobre 2014 e, dal febbraio 2016, la Regione ha delegato questo compito alla Provincia che ha disposto un riesame dell’AiaIconvocando, in seno alla conferenza dei servizi, gli enti coinvolti e l’azienda stessa.

Si stanno quindi facendo le valutazioni del caso e l’istruttoria appare complessa, anche per il contesto ambientale in cui è inserita. Nell’incontro con i funzionari provinciali i comitati di cittadini Mamme No Pfas, hanno espresso dubbi e perplessità chiedendo che il controllo sull’attività dell’azienda sia sempre più stretto. “È paradossale – hanno rilevato – che questa azienda stia ancora lavorando a fronte del disastro ambientale compiuto e nonostante lo stato di emergenza che è stato dichiarato.  Se le cose non cambieranno, non ci sarà futuro per nessuno”.

Il comitato ritiene necessario “conoscere in primis cosa produce un’azienda, che deve essere obbligata a sperimentare e garantire i propri prodotti prima di commercializzarli”. E’ importante inioltre che “la produzione di un’azienda avvenga con un ciclo produttivo chiuso verso l’esterno e con una gestione oculata dell’acqua da prelevare dall’ambiente”. Parola d’ordine è insomma evitare che si ripeta un disastro ambientale come quello che fronteggia il Veneto nella contaminazione da Pfas.

“Bisogna entrare in una mentalità di prevenzione – sottolineano le Mamme No Pfas -, sia sul piano sanitario che su quello ambientale, dato che sono strettamente collegati tra loro, e d’ora in poi vigileremo su tutti i passaggi. Abbiamo chiesto formalmente la possibilità di essere presenti alle conferenze dei servizi nelle quali sarà discusso il rilascio dell’Aia e abbiamo anticipato la nostra intenzione di richiedere l’accesso agli atti e di avere i verbali delle riunioni già avvenute”.

Mamme No Pfas, assieme ai vari altri comitati impegnati su questo fronte, hanno organizzato una manifestazione, per il giorno 22 aprile, dal titolo “DifendiAmo Madre Terra”, che sarà una prima giornata nazionale contro i crimini ambientali. Si terrà proprio davanti allo stabilimento della Miteni di Trissino, con un accerchiamento simbolico dell’azienda.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *