Lavastoviglie in fiamme, una donna intossicata

Alonte – Una donna è rimasta intossicata ed è finita all’ospedale per aver respirato il fumo sprigionato dall’incendio della lavastoviglie che aveva in casa. E’ accaduto la notte scorsa, ad Alonte, in una abitazione in via dei Mulini.

La signora stava dormendo quando, in piena notte, è stata svegliata dall’acre odore di fumo che, dal piano di sotto, era salito e stava invadendo l’abitazione. Subito ha dato l’allarme, svegliando il marito e la figlia.

Sul posto, poco dopo le tre del mattino, sono intervenuti i vigili del fuoco di Lonigo, i quali, per prima cosa, hanno messo del tutto in sicurezza l’elettrodomestico. Nell’attesa dell’arrivo della squadra dei pompieri, infatti, il marito della donna si era occupato della lavastoviglie in fiamme, riuscendo a circorscrivere il rogo, così da evitare che si propagassero all’intera cucina.

I vigili del fuoco hanno anche assistito la mamma e la figlia, nel frattempo spostatesi all’esterno della casa, continuando poi il loro intervento, con la messa in sicurezza dell’abitazione e il ripristino dell’energia elettrica.

In via dei Mulini è sopraggiunto anche il personale sanitario del Suem 118, per prestare soccorso alla donna, che, come detto, è rimasta intossicata ed è stata accompagnata all’ospedale per aver respirato del fumo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *