Breaking News
Una manifestazione di Forza Nuova, a Vicenza, nel 2016
Una manifestazione di Forza Nuova, a Vicenza, nel 2016

Forza Nuova rompe con Vicenza ai Vicentini

Vicenza – “Era nell’aria da tempo ed ora è ufficiale. Forza Nuova rompe definitivamente con Vicenza ai Vicentini o  con quello che è rimasto di quella comunità che lo stesso movimento di destra radicale aveva contribuito a fondare.Non ci sono più i presupposti per continuare a far parte di una comunità che di fatto non esiste più”. Così Daniele Beschin, segretario provinciale di Forza Nuova, comunicando la rottura del sodalizi tra i due movimenti della destra non istituzionale vicentina, anche se adesso, secondo Forza Nuova, questa definizione non andrebbe più bene per l’altro.

“Vicenza ai Vicentini – aggiunge infatti Beschin – era nata come concetto di aggregazione tra le varie forze delle destra radicale vicentina, con lo scopo di accogliere al proprio interno anche rappresentanti di comitati legati al nostro ambiente. Con il passare del tempo, la comunità ha preso sempre più i connotati di un partito politico, molto legato a discorsi di palazzo e poco proiettato alla piazza e al movimentismo, motivo per cui quasi tutti i i movimenti che avevano contribuito alla creazione della comunità, si sono piano piano allontanati”.

“Bisogna essere consci – prosegue – che, con l’uscita di Forza Nuova, le uniche attività svolte dall’associazione sono state le passeggiate per la sicurezza, tra l’altro sempre concordate con la questura. Più volte abbiamo cercato di motivare e spingere i portavoce verso quelli che erano i motivi fondanti della comunità, ma purtroppo non siamo mai stati ascoltati. Circa le elezioni, non abbiamo mai nascosto la nostra simpatia e stima per Francesco Rucco, anche nel momento in cui lui stesso ha espressamente dichiarato di non voler il sottoscritto candidato, perché avrebbe creato strumentalizzazioni politiche. Non è un problema, noi non abbiamo mai fatto politica per la poltrona come qualcun altro. Il problema potrebbe verificarsi se ci accorgessimo di un Rucco ostaggio di moderati o politicanti di centro destra”.

L’accusa che Forza Nuova muove a Vicenza ai Vicentini riguarda invece la scelta definita “suicida” di presentare il simbolo a sostegno della candidatura di Rucco, scelta fatta malgrado gli accordi che erano stati sottoscritti “tra le anime della nostra comunità e che prevedevano la non presentazione del simbolo”. Trasformare una comunità militante di strada – sottolinea Forza Nuova – in un concetto prettamente politico istituzionale, legato al centro destra, è quanto di più sbagliato si potesse fare”.

“Il nostro appoggio quindi – avverte a questo punto Beschin – non andrà in alcun modo alla lista Vicenza ai Vicentini. Abbiamo una persona di fiducia già inserita e verso la quale daremo specifiche indicazioni di voto ai nostri elettori. A meno che, insieme ai nostri alleati del Movimento Italia Sociale non si creino i presupposti per correre da soli al primo turno, con un nostro candidato, un volto importante nel panorama vicentino che si è messo a disposizione. Stiamo facendo assieme ai militanti del Mis ogni valutazione in tal senso e non escludiamo che ci possa essere al primo turno un nostro candidato sotto il cartello Italia Agli Italiani con Forza Nuova e Mis”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *