Confindustria, un accordo per l’internazionalizzazione

Vicenza – Rafforzare  crescita dell’export ed aumentare la già rilevante platea di imprese che si affacciano sui mercati internazionali. Con questi ambiziosi obiettivi le associazioni Confindustria Verona, Confindustria Vicenza e Confindustria Trento hanno siglato un accordo congiunto con UniCredit. La convenzione, immediatamente operativa, permetterà alle oltre quattromila imprese associate alle tre territoriali di accedere in maniera più rapida e a condizioni di favore ai finanziamenti agevolati che Simest, società che insieme a Sace costituisce il polo dell’export e dell’internazionalizzazione del Gruppo Cdp, eroga per sostenere la crescita delle aziende italiane attraverso l’internazionalizzazione.

Più in dettaglio Confindustria, trasmetterà a UniCredit le manifestazioni di interesse per il finanziamento Simest delle aziende associate, dopo una prima analisi dell’ammissibilità. La banca, dal canto suo, si impegna a dare riscontro in tempi stretti alla possibilità di fornire la fidejussione, se necessaria, per l’ottenimento dei finanziamenti.

“Questo accordo – ha commentato Michele Bauli, presidente di Confindustria Verona – rappresenta il completamento degli strumenti messi a disposizione da Simest. Uno strumento chiavi in mano che può essere utilizzato subito dalle aziende per i propri progetti di internazionalizzazione e di investimento. Sono convinto infatti che sia tra i compiti delle nostre associazioni creare relazioni forti fra il nostro sistema associativo e le istituzioni o gli istituti di credito, come in questo caso, che possano dare servizi sempre più efficaci alle nostre imprese creando un contesto favorevole al loro sviluppo e crescita”.

“Si tratta di un importante accordo che va a potenziare l’assistenza che forniamo nel campo dei supporti finanziari all’internazionalizzazione – ha detto da parte sua Luciano Vescovi, presidente di Confindustria Vicenza -. La nostra attività istituzionale prevede già una completa assistenza informativa anche per quanto riguarda la presentazione e gestione delle domande. Con questo accordo offriamo, in più, una possibile risposta utile quando il finanziamento Simest deve essere assistito da una garanzia. Sostanzialmente chiudiamo il cerchio e arriviamo a coprire l’intero fabbisogno delle imprese”.

“Come più volte ribadito – ha aggiunto Enrico Zobele, presidente di Confindustria Trento -, l’internazionalizzazione è un fattore chiave per la crescita delle imprese e del territorio Lavoriamo da anni per sensibilizzare, in questo senso, le aziende associate, e per supportarle nei loro piani di sviluppo sui mercati esteri. Per realizzare progetti di espansione ambiziosi, la finanza è uno strumento fondamentale, e le banche sono partner necessari e imprescindibili”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *