Sport

Basket, vittoriosa trasferta per la VelcoFin Vicenza

Cagliari – Ancora una vittoria per la VelcoFin Vicenza, che sabato ha espugnato, per 47-57, il parquet del PalaCus, fortino delle rossoblù cagliaritane padrone di casa. La partita contro il Cus Cagliari, valida per l’undicesimo turno di ritorno del campionato di basket femminile di serie A2, non ha regalato forti emozioni, ma il dato importante è che le ragazze di coach Chimenti hanno conquistato due punti che permettono loro di conservare il sesto posto in classifica.

Gara che stenta a decollare, quella del PalaCus. Al quinto minuto, infatti, il tabellone è fisso su quello che ricorda più il risultato di una partita di calcio che di pallacanestro, 2-2. Poi, per fortuna, le compagini cominciano ad ingranare e Lewis e Caldaro, provano a dare timidi segnali di fuga, 8-4. La tripla di Brcaninovic smorza gli entusiasmi del pubblico cagliaritano, 8-7, prima che i supporter vengano zittiti dall’allungo biancorosso, 8-11. Cagliari ritrova il sorriso grazie al centro di Sorrentino che impatta sull’11-11.

Secondo periodo all’insegna dell’equilibrio, con le squadre a braccetto sul 13-13 e 18-18. Il Cus riconquista la testa della gara grazie alla tripla di Ridolfi, 23-20. Nonostante i canestri di Federica Destro e Brcaninovic, le sarde rimangono avanti, 25-24, quando sul cronometro rimangono poco più di 60 secondi. Un lasso di tempo sufficiente alle rossoblù per rimpolpare il margine, con i centri di Rossi e Caldaro, 29-24. Due tiri liberi in chiusura di frazione fanno andare la Velcofin al mini riposo con un possesso di ritardo, 29-26.

Le padrone di casa confermano le cinque lunghezze di margine in altre due occasioni: con il 31-26 di Caldaro e allo scadere del terzo minuto, quando Niola imbuca il 33-28. Il fallo di Ridolfi regala un produttivo viaggio in lunetta a Brcaninovic, 33-30. Poco dopo il piazzato di Ferri riporta le biancorosse a -1, 33-32, ma provoca anche l’immediata reazione di Lewis, 35-32. Da lì, cambia tutto: cinque punti di Brcaninovic e tre di Santarelli valgono il 35-40. Uno 0-8 che spinge il tecnico Federico Xaxa al time out. Dopo la sospensione le vicentine colpiscono con Stoppa e Santarelli, mentre le cussine vanno a bersaglio con Sorrentino e Caldaro per il 39-45 del trentesimo minuto.

Ancora Sorrentino a referto, per il -4, 41-45. Dall’altra parte del campo è Federica Destro a replicare, 41-47, con Stoppa che rincara la Dose 41-49. Quasi tre minuti a canestri inviolati, poi tocca a Niola rompere il digiuno, 43-49. Il tempo a disposizione potrebbe ancora aiutare il Cus, ma le rossoblù danno l’impressione di avere esaurito la benzina. Il sigillo della gara è di Santarelli: con 1’41” da giocare chiude la sua serata e la partita con la tripla del 45-52. Prima del fischio finale, però, c’è ancora il tempo per un monologo di Brcaninovic (5 punti per la bosniaca) e il piazzato di Sorrentino, 47-57.

Cagliari: Ridolfi 8, Rossi 6, Sorrentino 13, Borsetto, Caldaro 8, Zucca V. ne, Caddeo ne, Lewis 6, Aielli ne, Niola 6, Santoru ne, Mancini

Vicenza: Destro M. 2, Monaco 2, Mingardo ne, Destro F. 10, Stoppa 2, Gamba, Ferri 2, Brcaninovic 21, Santarelli 13, Zanetti 5, Pizzolato ne, Maculan ne

Di seguito gli altri risultati del Girone Nord:

  • Milano – Carugate 61-60
  • Villafranca di Verona – Pordenone 68-47
  • Sesto San Giovanni – San Martino di Lupari 84-63
  • Udine – Marghera 55-53
  • Castelnuovo Scrivia – Costa Masnaga 83-70
  • Albino – Selargius 60-53
  • Crema – Bolzano 82-39

Classifica: Sesto San Giovanni 46, Costa Masnaga 44, Villafranca di Verona 42, Castelnuovo Scrivia 36, Crema 34, Vicenza e Milano 32, Udine 30, Marghera 28, Albino 20, Selargius e Bolzano 14, Cagliari e Pordenone 12, Carugate San Martino di Lupari 10

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ti potrebbe interessare...
Close
Back to top button