venerdì , 26 Febbraio 2021

25 aprile, riflessioni e provocazioni dal Psi

Vicenza – Anche quest’anno, il 25 aprile, il Psi sarà in piazza a Vicenza con le sue bandiere e con il suo Consigliere, Ennio Tosetto, che porterà il gonfalone della Provincia.  Il Psi sarà in piazza per ricordare e festeggiare i valori dell’antifascismo che sono alla base della nostra Costituzione. I valori e gli obiettivi che la nostra Costituzione propone come imprescindibili ma che da almeno trent’anni non sono più dati per scontati.

L’antifascismo, ma anche la giustizia sociale, l’uguaglianza di opportunità per tutti i cittadini, il lavoro come strumento di realizzazione dell’esistenza, l’istruzione come strumento di crescita civile ed eguaglianza, la libertà come diritto a veder i propri bisogni e le proprie proposte rappresentati ed appagati, da trent’anni a questa parte vengono offerti sempre più come possibilità invece che come diritti. Per questo, ancora una volta, la festa del 25 aprile va ben oltre il senso di una gioiosa commemorazione.

Per questo la festa del 25 aprile si propone come momento di un percorso di civiltà da rinnovare e consolidare. Il Psi sarà in piazza insieme agli altri partiti che a sinistra vedono nell’antifascismo uno dei valori fondanti. Le destre non ci saranno. Ci saranno le bandiere pentastellate? Il valore dell’antifascismo appartiene anche al partito che tanti voti sostiene di aver avuto dagli elettori di sinistra? Ce ne rallegreremmo.

Luca Fantò – Segretario regionale Psi del Veneto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità