Provinciavicenzareport

25 aprile, le celebrazioni nel resto della provincia

Thiene – Anche Thiene e Zanè festeggiano il 73esimo anniversario della Liberazione. La cerimonia ufficiale si terrà nella mattinata di mercoledì 25 aprile, secondo un programma condiviso dai due comuni. Com’è consuetudine ormai da molti anni, la prima parte della mattinata si svolgerà a Thiene e prenderà avvio con il pellegrinaggio per la deposizione di corone d’alloro al cimitero, al monumento ai caduti di Rozzampia, a quello di Santo-Lampertico e al cippo della Quattro strade, con partenza alle 8.30 dal municipio.

Dopo l’alzabandiera ufficiale alle 9.45 in piazza Ferrarin, il corteo, percorrendo corso Garibaldi, si recherà in Duomo per la messa. Seguirà l’omaggio al monumento ai caduti di piazza Chilesotti, il saluto del sindaco, Giovanni Casarotto, ed il discorso ufficiale, affidato, quest’anno, a Raffaella Corrà. Thienese e laureata in Filosofia all’università di Padova, la Corrà ha insegnato per più di trent’anni storia e filosofia al liceo Corradini di Thiene e tiene corsi oggi di filosofia per adulti in diverse istituzioni dell’alto vicentino. Nella sua ricerca storica, si è indirizzata in particolare verso il tema dell’antisemitismo italiano ed europeo, dell’antifascismo e della lotta di liberazione.

Celebrazioni per l’anniversario della Liberazione anche tra i comuni di Schio, Santorso, San Vito di Leguzzano, Torrebelvicino e Valli del Pasubio. L’appuntamento è per mercoledì alle 9.30, a Schio, a Palazzo Fogazzaro, per la partenza del corteo verso il Sacrario Militare della Santissima Trinità. Interverrà anche una rappresentanza del Consiglio dei ragazzi di San Vito e Schio con un proprio intervento, ed a seguire quello dell’Anpi. Alle 9.50 ci sarà l’alzabandiera in Piazza Rossi. L’arrivo al Sacrario è previsto per le 10, ora in cui si svolgerà la cerimonia commemorativa. Avl Poleo e Anpi saranno presenti anche alle cerimonie di Magrè, alle 8.15, in Piazza Cesare Battisti, con l’orazione ufficiale di Andrea Briguglio dell’Anpi, e a Poleo, alle 17, davanti al monumento dei caduti.

Alago il programma di celebrazioni del Comune di Bassano del Grappa, con la partenza del corteo dalla sede municipale previsto per le 8.45 e la messa a san Francesco alle 9. Alle 9.45 ci sarà deposizione delle corone di alloro all’Ara dei caduti in piazza Garibaldi e alla lapide dei Martiri in viale dei Martiri. Quindi, alle 10.15, presso la Sala del consiglio del municipio di Bassano, il saluto del sindaco Riccardo Poletto e la commemorazione ufficiale tenuta da Mario Borghi, storico e direttore dell’Istituto veneziano per la Storia della Resistenza e della società contemporanea.

Clebrazioni sono previste, naturalmente, in molti altri comuni della provincia. Ad esempio a Sovizzo, nella mattinata di oggi, nel cortile dell’Istituto comprensivo, è stata posata una targa in memoria di Maria Setti, la partigiana Marta dei “Piccoli maestri” di Luigi Meneghello, mentre domani, a Montemezzo, alle 9.45, in Contrà Donadello, saranno ricordati i partigiani Maria Setti e Antonio Giuriolo. Alle 11 poi, presso il Sacello Ossario di Monte San Pietro, si terrà la cerimonia con alzabandiera, onore ai caduti e commemorazione ufficiale.

Tradizionali cerimonie infine anche a Montecchio Maggiore e nelle sue frazioni. Nel capoluogo inizieranno alle 9,15, con il ritrovo e la formazione del corteo davanti al municipio, in via Roma. Alle 9,45 è previsto l’alzabandiera con la deposizione di una corona al monumento ai caduti, in Piazza Marconi, e alle 10 il trasferimento al monumento alla resistenza di via Lorenzoni, con sosta e deposizione di una corona presso la lapide dedicata ai caduti del 9 maggio 1945 nella scuola materna Dolcetta. Orazione civica, infine, con ricostruzione degli eventi salienti della liberazione di Montecchio Maggiore nella narrazione degli studenti delle scuole.

Infine, i comuni di Arsiero, Breganze, Marano Vicentino, Santorso, Sarcedo, Thiene, Tonezza del Cimone e Zugliano parteciperanno all’incontro organizzata dall’amministrazione di Thiene con gli Amici della Resistenza, Anei e Aned, in programma per mercoledì 25 aprile, alle 18, all’auditorium Fonato di Thiene. L’incontro, ad ingresso libero, ed intitolato “1938 – 1948 Dalle leggi razziali alla Costituzione”, vedrà in apertura i dodici sindaci dell’Altovicentino leggere i primi 12 articoli della Costituzione, “per celebrare in modo simbolico l’anniversario della promulgazione della nostra carta costituzionale e ricordare a tutti noi come essa sia il primo e più importante strumento per garantire dignità e diritti a tutti”, come spiegano promotori dell’iniziativa, ma anche “per significare l’importanza di celebrare la Costituzione proprio nel giorno della festa di Liberazione, quale frutto prezioso della Resistenza e fondamento della nostra Repubblica democratica”.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe interessare...
Close
Back to top button