Breaking News

Zanè, danni al semaforo. Trovato il responsabile

Zanè – Non solo uno strumento per appurare la presenza di veicoli senza revisione o assicurazione: i varchi elettronici, vale a dire telecamere ad alta definizione, permettono molto di più. Ne è un esempio l’episodio di danneggiamento di un semaforo con individuazione del responsabile, avvenuto nei giorni scorsi a Zanè, uno dei quattro Comuni nei quali, come riportato in un’altra pagina del giornale, sono stati attivati dei dispositivi targasystem.

I fatti si sono verificati all’incrocio tra via monte Pasubio, e le laterali via Trieste e via Cuso, nella mattinata di giovedì 15 marzo. Nel superare a destra una vettura che doveva svoltare a sinistra su via Trieste, un autocarro ha cozzato con la parte destra della centina contro il palo di sostegno del semaforo che regola l’intersezione, danneggiando le lanterne semaforiche e la palina.

Nonostante l’impatto, il furgone ha continuato la sua corsa, in direzione di Thiene. Subito i molti testimoni che hanno assistito alla scena hanno segnalato l’accaduto al consorzio di polizia locale Nordest vicentino e una pattuglia ha raggiunto il luogo per i rilievi del caso.

La visione, da parte degli agenti, delle immagini registrate dai varchi installati a Zanè ha permesso una rapida individuazione del veicolo responsabile del danneggiamento. Dalla targa del mezzo, immortalata dalle telecamere, la polizia locale è stata in grado, consultando gli archivi della motorizzazione civile, di risalire alla ditta di Verona proprietaria del mezzo.

Al conducente verrà notificata una multa di 296 euro e la sua patente di guida verrà decurtata di quattro punti. L’autista dovrà inoltre risarcire il danno cagionato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *