Breaking News
A sinistra, Giorgi Conte, assieme al direttore di Radio Vicenza Francesco Brasco
A sinistra, Giorgi Conte, assieme al direttore di Radio Vicenza Francesco Brasco

Voto a Vicenza, Donazzan unirà il centrodestra?

Vicenza – Chi ha detto che la partita per la candidatura a sindaco di Vicenza era ormai conclusa? Per la verità, anche considerando che le elezioni sono ormai abbastanza vicine, avevamo pensato un po’ tutti che i giochi ormai fossero fatti, con le candidature di Fabio Mantovani, sostenuto da Forza Italia e Lega, e quella di Francesco Rucco, che ha dietro di sé svariate liste civiche e Fratelli d’Italia. Un centrodestra diviso dunque, ma non sarebbe certo la prima volta. Ed invece adesso la partita sembra potersi riaprire, e sale nelle quotazioni una candidatura di Elena Donazzan, già ventilata nei mesi scorsi e poi lasciata cadere.

Elena Donazzan
Elena Donazzan

L’investitura, per così dire, ufficiale, di Elena Donazzan, come possibile catalizzatore che potrebbe mettere assieme il centrodestra, è arrivata questa mattina sulle frequenze di Radio Vicenza, ed a lanciarla è stato Giorgio Conte, esponente di lungo corso della destra vicentina, già vicesindaco con Hüllweck, a Palazzo Trissino, e deputato di Alleanza nazionale e Popolo della Libertà nel primo decennio degli anni duemila. Ospite dell’Edicola di Radio Vicenza, Conte ha parlato di vari temi, commentando la rassegna stampa mattutina della radio.

Stimolato dal direttore , Francesco Brasco, ha commentato anche un articolo del Giornale di Vicenza di oggi, nel quale si dà conto, appunto, dei malumori che abbondano nel centrodestra vicentino per questo andare divisi alle elezioni per la guida di Palazzo Trissino, una divisione che potrebbe tagliare fuori dal ballottaggio lo schieramento conservatore. E nell’articolo di Roberta Labruna si anticipa con chiarezza, fin dal titolo, la possibilità di una ripresa delle quotazioni della Donazzan, per una candidatura per la quale si era già detta disponibile.

Resta da capire, oltre a come la prenderebbe Mantovani, anche cosa pensa di tutto questo Francesco Rucco, perché se la candidatura della Donazzan non fosse unitaria, mettendo quindi tutti d’accordo, è ben difficile che possa raggiungere un risultato. Rucco sembra poco intenzionato a fare un passo indietro, quindi la divisione rimarrebbe, e peserebbe anche il rilevo che hanno sempre fatto in tanti sulla sua candidatura, ovvero il fatto che la battagliera amministratrice regionale non sia in realtà vicentina, ma bassanese. Conte comunque ha caldeggiato l’ipotesi, preannuciando il sostegno della sua associazione “Sarà Bellissima”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *