Breaking News

Vicenza, nuovi mezzi per il trasporto locale

Vicenza – La Società vicentina trasporti, Svt, acquisterà e gestirà, per conto del Comune di Vicenza, i sedici mezzi della nuova linea elettrica del trasporto pubblico locale, grazie al contributo di 19 milioni di euro concesso dal Ministero delle infrastrutture e dei trasporti. La giunta ha infatti individuato nell’azienda che si occupa di trasporto pubblico nel vicentino, il soggetto attuatore della fornitura e della messa in esercizio dei veicoli elettrici. A breve la decisione della giunta passerà in consiglio comunale. Il nuovo sistema ad alta mobilità con alimentazione elettrica collegherà i quadranti ovest ed est della città, e i relativi parcheggi di interscambio, con la stazione dei treni di viale Roma.

“Si tratta – ha spiegato il sindaco di Vicenza, Achille Variati – di un nuovo importante passaggio che facciamo per assicurare alla città un sistema di trasporto pubblico innovativo ed ecologico, a costo zero per la comunità locale. Se, infatti, l’infrastruttura della nuova linea urbana a trazione elettrica sarà totalmente a carico dello Stato, che la realizzerà nell’ambito delle opere connesse all’attraversamento di Vicenza della linea alta velocità alta capacità ferroviaria, l’acquisizione dei mezzi avverrà grazie ai 19 milioni di euro del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti”.

“Questo finanziamento – ha quindi aggiunto l’assessore alla progettazione e sostenibilità urbana, Antonio Dalla Pozza – è il coronamento di una programmazione iniziata con il Piano urbano della mobilità approvato nel 2012, che ha visto mettere al primo posto delle modalità di spostamento il trasporto pubblico, passando attraverso i finanziamenti del Bando periferie, che determineranno quest’anno l’avvio del servizio a chiamata diurno per le frazioni e le aree meno servite, e delle risorse del Por Fesr, mediante le quali saranno acquistati entro quest’anno ventuno mezzi a basso impatto, che consentiranno di dismettere gli autobus più obsoleti e inquinanti ancora in circolazione”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *