Breaking News

Consegnati i lavori della Variante a strada Pasubio

Vicenza – Come già anticipato ieri, questa mattina, durante un incontro organizzato a Palazzo Trissino, sono stati consegnati i lavori per la realizzazione della variante alla strada provinciale 46 del Pasubio. Si tratta del “primo stralcio – primo tronco”, della lunghezza di 5,3 chilometri tra i Comuni di Vicenza e di Costabissara, che andrà a completare la tangenziale di Vicenza. Il progetto, denominato per l’appunto “Completamento della tangenziale” è oggetto di un Protocollo di intesa stipulato tra Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, Anas, Regione Veneto, Provincia di Vicenza, Comune di Vicenza, Comune di Costabissara e Autostrada Brescia Verona Vicenza Padova spa.

L’opera, del valore di più di 86 milioni di euro, ha origine dalla tangenziale ovest di Vicenza, all’altezza del Villaggio del Sole, si svilupperà ad ovest dell’attuale tracciato della strada provinciale 46 e si immetterà in località Moracchino, sulla provinciale 46, con una rotatoria a raso. Verrà realizzato anche un viadotto sullo svincolo di viale del Sole, della lunghezza di 116 metri.

La realizzazione di questa arteria consentirà di salvaguardare le località dell’Albera, di Capitello e di Villaggio del Sole, attualmente sottoposte a un significativo flusso di attraversamento veicolare e permetterà, inoltre, un collegamento tra l’autostrada A4, al casello di Vicenza ovest, il sistema tangenziale, il nord della provincia in direzione degli abitati di Schio e Thiene e la futura superstrada Pedemontana.

“L’obiettivo di questo intervento – ha sottolineato il presidente della Regione, Luca Zaia – è quello di collegare in maniera rapida gli snodi viari dell’intera provincia. La nuova tangenziale ci consentirà di interconnettere in maniera molto più efficace le direttrici già esistenti nel territorio e proprio in questo senso la sinergia con Anas è una svolta per il futuro dell’economia a vantaggio dell’intera regione”.

“La nuova tangenziale – ha poi precisato l’amministratore delegato di Anas, Gianni Vittorio Armani – è un’opera fortemente voluta dal territorio. Anche per questo c’è grande soddisfazione per il via libera alla fase operativa dei lavori. Questa opera consentirà di migliorare la qualità della vita di chi abita il territorio e garantirà spostamenti più rapidi alle tante imprese i cui veicoli percorrono ogni giorno le strade della provincia”.

“Per la città di Vicenza e per il suo territorio – ha poi concluso il sindaco del capoluogo berico, Achille Variati – questo è un momento storico, dopo 30 anni di attesa. L’intervento permetterà di allontanare dal centro abitato il traffico pesante e di attraversamento, che significa inquinamento, rumore, vibrazioni, pericoli per l’utenza debole della strada. La nuova arteria nasce da un progetto rispettoso dell’ambiente e non porterà con sé nuove aree di espansione urbanistica”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *