Breaking News

Vicenza, critiche al Front Office da Siamo Veneto

Sulla controversa questione del trasferimento di alcuni uffici del Comune di Vicenza nel Front Office di via Torino, riceviamo e pubblichiamo l’intervento che segue, del candidato sindaco di Siamo Veneto, a Vicenza, Andrea Maroso

*****

Andrea Maroso
Andrea Maroso

Vicenza – Il 2 gennaio l’assessore Zanetti ci presentava un’ottima idea: il nuovo Front Office Comunale. Finalmente competenza e organizzazione al servizio dei cittadini. A distanza di 3 mesi questo progetto si sta sfaldando come neve al sole: la scelta della sede di via Torino appare infelice, svuotando ulteriormente il centro storico (dopo Banca d’Italia, Camera di commercio e tribunale) con conseguenze negative per le attività commerciali e i parcheggi Aim.

I lavori di ristrutturazione sono in palese ritardo con un aggravio di costi e con soluzioni interne versione call center (leggasi “punaro”) a vedere i rendering; non si profila alcuna soluzione al problema delle lentezze dell’ufficio anagrafe (ulteriormente appesantito dall’introduzione della carta di identità elettronica): non è una questione di luoghi ma di tempi e risorse.

Tutti questi errori di gestione ricadranno inevitabilmente sui dipendenti comunali che saranno trasferiti in fretta e furia, si troveranno a gestire nuovi incarichi, opereranno in spazi non sempre adeguati ad un’efficace separazione tra operatore e utenti.

Siamo Veneto sostiene la battaglia dei dipendenti comunali e riporterà sicuramente questi uffici in centro; i soldi sprecati in via Torino sarebbero stati ben spesi riqualificando tutta l’area che va da piazza San Lorenzo (palazzo Repeta) a stradella del Garofolino (ex cinema Corso con tutta l’area della camera di commercio in mezzo).

Andrea Maroso – Candidato sindaco di Siamo Veneto Vicenza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *