Breaking News
Il collettivo Controcanto (Foto di Costanza Maremmi)
Il collettivo Controcanto (Foto di Costanza Maremmi)

Valdagno, teatro dedicato al lavoro a Finisterre

Valdagno – Torna, sabato 17 marzo, a Valdagno, la rassegna teatrale Finisterre, con il quinto appuntamento del cartellone di questa stagione. Di scena, alle 21, sarà il collettivo Controcanto, con lo spettacolo “Sempre domenica”, per altro in una location d’eccellenza come il Museo delle macchine tessili, allestito negli spazi dell’Iti Marzotto di Valdagno. Nel pomeriggio, gli studenti dell’istituto saranno coinvolti in un laboratorio di sei ore inserito tra le attività collaterali della rassegna. A curare l’iniziativa per il collettivo Controcanto ci sarà Clara Sancricca.

Sempre domenica – scrivono in una nota gli organizzatori – è una scrittura scenica corale, una trama di storie che si riconcorrono, aprendo squarci sulle esistenze incrociate di una quindicina di personaggi. Il tema è quello del lavoro, o meglio del lavoro che quotidianamente consuma il tempo, l’energia e i sogni, occupando gran parte della vita con attività che non si amano. Una ferita sentita da almeno un paio di generazioni, che nasce dallo scontro, da sempre esistito, tra aspettative e realtà, tra ricerca della felicità e necessità di un compromesso. Collettivo Controcanto utilizza l’arma della sua sferzante, romana ironia, per una riflessione su un’ideologia che ci fa credere da secoli che questa condizione sia non tanto la migliore, quanto l’unica possibile”.

Gli attori di scena sono Federico Cianciaruso, Fabio De Stefano, Riccardo Finocchio, Martina Giovanetti, Andrea Mammarella, Emanuele Pilonero. La regia è di Clara Sancricca, in collaborazione con Iti Marzotto. Quanto al collettvo Controcanto, nasce nel 2010 per volontà di una regista trentenne e di un gruppo di giovanissimi attori. Nel novembre del 2011 con lo spettacolo “Felici tutti”, un lavoro dedicato al tema dei migranti, il gruppo approda ad un metodo di lavoro e di creazione collettiva della drammaturgia, per stratificazione di improvvisazioni successive.

Nel giugno del 2013 debutta “No, una giostra sui limiti dei limiti imposti”, opera ironica e dissacrante dedicata al concetto di divieto, che al Roma Fringe Festival del 2014 vince il premio della critica. “Sempre Domenica” è l’ultima fatica del collettivo, vincitore del bando In-Box 2017.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *