Un giusto riconoscimento per Bepi De Marzi

Vicenza – Solo poche parole per un ringraziamento. E’ per il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, che in questi giorni ha nominato commendatore Bepi De Marzi, musicista vicentino, nato ad Arzignano, ed autore del canto “Signore delle cime”, conosciuto ed amato in tutto il mondo, anche se non quanto questa musica meriterebbe.

Bepi De Marzi
Bepi De Marzi

Tra l’altro, la nomina è arrivata proprio nel sessantesimo anniversario della creazione del celebre canto, che De Marzi compose appunto nel 1958, appena 23enne, in ricordo dell’amico Bepi Bertagnoli, tragicamente scomparso alcuni anni prima in un’escursione di montagna, nell’Alta Valle del Chiampo. Il ringraziamento a Mattarella è dovuto da parte di chi scrive, dato che, come autore di Signore delle Cime, il musicista arzignanese è tra i pochi artisti ancora viventi che hanno creato qualcosa che riesce a toccarlo nel profondo, ad emozionarlo, a commuoverlo.

Purtroppo infatti (sempre secondo chi scrive) la nostra epoca, specialmente in Italia, non produce quasi più arte vera. Viviamo insomma in un medioevo di oscurità artistica, e quelle poche luci che ancora sopravvivono devono essere diffuse e conosciute quanto più possibile. Naturalmente, non perdiamo l’occasione per raccomandare l’ascolto di Signore delle Cime, nel video in alto, in apertura di pagina.

F.O.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *