Breaking News
I vasi di rame recuperati dai carabinieri
I vasi di rame recuperati dai carabinieri

Grondaie e vasi di rame in auto. 27enne in manette

Trissino – Stava tentando di rubare le grondaie in rame di una abitazione mentre la proprietari si trovava all’interno, ma è stato pizzicato con le mani nel sacco dai carabinieri di Valdagno. E così per Alberto Menti, 27enne, residente a Valdagno e già noto alle forze di polizia, è scattato l’arresto con l’accusa di furto aggravato in abitazione.

Nella serata di domenica una 34enne, che vive in una casa nella periferia di Trissino, ha sentito dei rumori provenienti dall’esterno. Spaventata, ha subito telefonato al padre, che abita poco distante. Il genitore, prima di uscire per vedere cosa stesse accadendo, ha allertato la centrale operativa della compagnia di carabinieri di Valdagno, che ha inviato sul posto un equipaggio del nucleo operativo e radiomobile che si trovava in zona.

Giunti sul posto, i militari hanno sorpreso il 27enne intento a caricare nel bagagliaio di una una Opel Astra, alcuni pezzi di pluviale in rame che, secondo gli accertamenti eseguiti, erano stati asportati poco prima dall’abitazione della donna. All’interno della vettura, inoltre, sono stati trovati 42 vasi in rame di solito usati per riporre i fiori sulle tombe dei defunti.

I carabinieri hanno trovato anche 2,5 grammi di eroina e alcuni utensili. Tutto il materiale trovato è stato sequestrato: i pezzi di grondaia sono stati restituiti alla proprietaria, mentre per quanto riguarda i vasi, sono in corso le indagini finalizzate a stabilirne la provenienza. Dopo l’arresto Menti è stato accompagnato in una camera di sicurezza della Compagnia valdagnese, dove ha passato la notte. Questa mattina il pubblico ministero ha emesso un provvedimento che dispone, per il 27enne, gli arresti domiciliari, in attesa della fissazione dell’udienza di convalida.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *