Musica da camera alle Settimane musicali al Teatro Olimpico (Foto Luigi De Frenza)
Musica da camera alle Settimane musicali al Teatro Olimpico (Foto Luigi De Frenza)

Presentate le Settimane musicali all’Olimpico

Vicenza – E’ un programma articolato quello delle Settimane musicali al Teatro Olimpico di Vicenza, che tornano nel mese di giugno proponendo i diversi filoni che il festival ha delineato nel corso degli anni. Ci sarà l’opera lirica, con le scelte ispirate all’ambientazione dello spazio scenico palladiano, e la musica da camera. Restano centrali anche l’attenzione verso i giovani talenti e il coinvolgimento della città, con vari luoghi di Vicenza, oltre all’Olimpico, che ospiteranno concerti e incontri.

Il festival è giunto alla sua ventisettesima edizione e si terrà dal 20 maggio al 21 giugno, con l’opera, il venerdì sera e la domenica pomeriggio, e i concerti il sabato sera. Ad aprire il cartellone sarà l’evento “Mu.Vi. Musica a Vicenza”, ideato da Sonig Tchakerian tre anni fa, in programma per domenica 20 maggio. Giovanni Battista Rigon, fondatore e direttore artistico, e Sonig Tchakerian, responsabile del progetto della musica da camera, hanno presentato oggi la stagione alla stampa, all’Odeo del Teatro Olimpico, assieme a Jacopo Bulgarini d’Elci, vicesindaco e assessore alla crescita del Comune di Vicenza, e Tiziano Tiozzo, presidente dell’associazione Settimane Musicali al Teatro Olimpico.

“Teatro Olimpico e Festival delle Settimane musicali – ha sottolineato il vicesindaco – sono un connubio vincente da molto tempo, che si rinnova nel segno della valorizzazione dei luoghi palladiani, luoghi da far vivere attraverso l’attività culturale per tramandare nel tempo un’eredità preziosa. L’economia del bello è una forma di cui abbiamo estremo bisogno, e che dà valore alla città, sia per i vicentini, sia per i sempre più numerosi visitatori che da tutto il mondo sono attirati dalle opere architettoniche e dall’arte che esse ospitano”.

“Le Settimane musicali – ha aggiunto il presidente dell’associazione organizzatrice – sono una proposta per i giovani, che trovano spazio tra gli artisti, secondo un progetto di valorizzazione dei talenti emergenti, a fianco dei grandi maestri e presso il pubblico. Con le nostre proposte puntiamo a fare del teatro, della musica e dell’opera un intrattenimento culturale appetibile per una platea giovane”. Il direttore artistico delle Settimane Musicali, Giovanni Battista Rigon, ha invece ricordato come “attorno al progetto si raccolgano sempre nuove forze, animate dal desiderio di fare squadra, per ripensare gli spazi antichi, rendendoli vivi attraverso la musica”.

“Con Mu.Vi. – ha infine spiegato – Sonig Tchakerian -, si aprirà un’idea accolta dall’amministrazione comunale di Vicenza tre anni fa. La città risuonerà negli spazi più belli della passeggiata del centro. Sarà un regalo che oltre 40 musicisti, molti dei quali giovani, faranno ai vicentini. All’interno del festival, poi, la musica da camera darà l’occasione per proseguire nella ricerca e per invitare molti artisti a suonare all’Olimpico”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *