Più sicurezza in quatto Comuni con i nuovi varchi

Thiene – Si sta concludendo in questi giorni l’attivazione dei dieci nuovi occhi elettronici pronti a monitorare le auto che transiteranno in vari punti dei comuni di Thiene, Sarcedo e Zanè, e Zugliano, nell’ottica di una maggiore sicurezza sul territorio. In pratica il progetto, partito circa un anno e mezzo, ha previsto, con la collaborazione e il supporto tecnico di Pasubio Tecnologia, l’installazione di telecamere ad alta definizione, capaci di captare non solo la targa, ma anche, ad esempio, marca e colore di un veicolo pure in condizioni di scarsa illuminazione.

Le anomalie riscontrate (mezzi rubati, senza assicurazione o revisione), faranno scattare un allarme alla centrale operativa, localizzata nella sede del consorzio di polizia locale Nordest vicentino, a Thiene. Tramite un’apposita applicazione sviluppata ad hoc ed installata sui palmari in dotazione alla polizia locale, ogni agente in servizio sul territorio riceverà la segnalazione e potrà così intervenire.

“Al di là dell’installazione di questi apparecchi, che speriamo possano fungere da deterrente – ha precisato l’assessore thienese Alberto Samperi -, il valore aggiunto di questo progetto è la messa in rete dei dati. Per ora il server raccoglie le informazioni provenienti dai quattro comuni che hanno aderito, ma l’idea è quella di allargare la rete per coinvolgere altre realtà di polizia locale, con l’estensione di questa tecnologia a tutta la realtà della provincia”.

“A questo proposito – ha aggiunto Giovanni Scarpellini comandante del Consorzio di polizia locale Nevi – quando una targa viene inserita nella cosiddetta black list, tutte le polizie locali che partecipano al progetto ne vengono a conoscenza. Ciascuno può inserire, a sua volta, le targhe di interesse operativo, contribuendo così ad un innalzamento effettivo della sicurezza”.

Quattro dei dieci varchi sono stati posizionati a Thiene, due ciascuno a Sarcedo e Zanè, ed uno a Zugliano. Nei mesi di gennaio e febbraio le telecamere hanno registrato complessivamente una media di 100 mila passaggi al giorno e, in questo arco di tempo, sono state sanzionate sei auto senza assicurazione e una cinquantina non in regola con la revisione. Va precisato che la sanzione non è automatica, ma è obbligatoria la contestazione immediata della violazione riscontrata.

“Per il comune di Zugliano -ha sottolineato il primo cittadino, Sandro Maculan – il progetto ha un valore aggiunto, perché grazie a questo intervento abbiamo iniziato un percorso di strutturazione della fibra ottica nel territorio comunale, che dalla zona dei Carabinieri, a Thiene, arriva nella frazione di Centrale e da lì, da dove adesso è posto il varco, nel prossimo anno, sempre in collaborazione con Pasubio Tecnologia, la fibra ottica verrà estesa fino al centro di Zugliano”.

“L’esigenza di predisporre le infrastrutture per i varchi – ha ribadito Laura Locci, amministratore di Pasubio tecnologia – diventa anche una occasione per estendere la rete pubblica, che può servire non solo per la videosorveglianza, ma anche, ad esempio, per dare servizi ai Comuni e alle scuole”.

Ilaria Martini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *