Breaking News
L'ex presidente della Banca Popolare di Vicenza, Gianni Zonin
L'ex presidente della Banca Popolare di Vicenza, Gianni Zonin

Nuovo sequestro in casa Zonin. E’ quella di Vicenza

Vicenza – Nei giorni scorsi era toccato alla villa di Montebello, oggi invece è stata la volta della casa di città. Parliamo dell’ufficiale giudiziario, che ha fatto di nuovo visita in una delle magioni dell’ex presidente della Banca Popolare di Vicenza, Gianni Zonin, per un nuovo sequestro sui beni dell‘ex banchiere ed imprenditore, in questo periodo sotto processo, per aggiotaggio ed ostacolo alla vigilanza, e soprattutto considerato uno dei principali responsabili della perdita dei risparmi da parte di migliaia di piccoli soci azionisti dell’istituto di credito berico.

Anche stavolta i sequestri conservativi sui beni trovati nel palazzo di Zonin, che si trova nel pieno nel centro storico di Vicenza, sono stati disposti dal gip del tribunale vicentino, Riberto Venditti, ed anche stavolta, assieme all’ufficiale giudiziario incaricato di fare un inventario, c’erano gli avvocati Renato Bertelle e Michele Vettore, in rappresentanza di due associazioni di risparmiatori.

Non sembra però che siano alti i valori dei beni che sono stati trovati nelle due abitazioni, in particolare non si troverebbero i certificati di autenticità dei dipinti trovati in entrambe le occasioni. La notizia, sia di questo sequestro che del precedente, rimbalza, come era facile prevedere sugli organi di stampa di tutta Italia, e non mancano i commenti e le valutazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *