Breaking News

Lonigo, vasti controlli contro criminalità e spaccio

Lonigo – Vasta operazione di controllo e repressione della microcriminalità e della diffusione delle sostanze stupefacenti, nei giorni scorsi a Lonigo. Era stato lo stesso sindaco leoniceno, Luca Restello, a chiedere l’intervento delle forze dell’ordine sul territorio, data la frequenza di episodi criminosi e lo spaccio diffuso. “Dopo l’escalation degli ultimi tempi e di fronte all’esasperazione dei miei cittadini non potevo più stare a guardare” aveva sottolineato Restello.

Ed è stato così che, su ordine del questore di Vicenza Giuseppe Petronzi,  tra mercoledì pomeriggio e ieri mattina, è scattato un blitz che ha visto all’opera venticinque poliziotti, cinque equipaggi del reparto prevenzione crimine veneto della polizia di Stato ed una unità cinofila della polizia, oltre a sette agenti del personale della polizia locale di Lonigo.

“È il primo degli interventi che ho richiesto in un recente incontro con il prefetto – ha spiegato Restello -. L’operazione è stata concordata e pianificata dal questore in collaborazione con la nostra polizia locale, che si è distinta per capacità, abnegazione e risultato finale. Lonigo per troppo tempo è stata considerata il Bengodi dei delinquenti, che hanno portato all’esasperazione interi condomìni, famiglie e cittadini”.

Nell’operazione sono state controllate una settantina di persone, molti già pregiudicati e poco meno della metà erano extracomunitari. Grazie al cane anti droga è stata trovata una certa quantità di stupefacenti, una trentina di grammi tra marijuana ed hashish, nascosti in vari punti della città. Controllate anche varie attività commerciali gestite da cinesi e indiani ed un marocchino di 48 anni è stato espulso dal nostro paese, un personaggio noto a Lonigo come “Ciccio”. Era senza permesso di soggiorno e pregiudicato per furti ed altri reati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *