Breaking News
Deirdre Granville
Deirdre Granville

L’Irlanda nell’ultima serata del Vo’ on the Folks

Brendola – Serata conclusiva, sabato 17 marzo, alle 21,  del Vo’ on the Folks 2018, presso la Sala della comunità di Brendola, dove sarà protagonista la Irish music, con un doppio concerto che cade nel giorno di San Patrizio, patrono d’Irlanda. Ad esibirsi sarà Folk Studio A, gruppo vicentino che si ispira alla musica celtica, alle ballate irlandesi, bretoni, scozzesi e ai ritmi più incalzanti e gioiosi delle danze tipiche. Seguirà lo show degli irlandesi Sirmione.

Il Folk Studio A è una band nata nella seconda metà degli anni ’70, ad Arzignano, che ritorna al Vo on the Folks per presentare un recente lavoro discografico, dal titolo “Different Ways  to meet you”.  In scena ci saranno Claudio Bettega (chitarra, bouzuki e voce), Anita Nascimben (voce, chitarra, tastiere), Pieregidio Spiller (violino), Matteo Carrisi (violino), Roberta Vigolo (flauto) e Tiziano Vedovato(percussioni).

Dopo di loro, come dicevamo, spazio a Sirmione, una formazione nata nel 2014 che ripropone, con spirito innovativo, brani della tradizione irlandese e composizioni originali. L’insieme di strumenti come l’arpa celtica, i flauti e la voce di Deirdre Granville, affiancati dalla cornamusa irlandese e whistles di Brendan McCreanor e dal violino di Barry Kieran, conducono l’ascoltatore in un viaggio attraverso lo stile tipico delle regioni d’Irlanda. La tecnica di esecuzione e l’istinto musicale del trio, ma anche l’apertura a nuovi orizzonti musicali, rappresentano un marchio di fabbrica inconfondibile.

Organizzato dalla Sala della comunità di Vo’ di Brendola e da Frame Evolution, in collaborazione con l’assessorato comunale alla Cultura e la Cassa Rurale e Artigiana di Brendola, il “Vo’ on the Folks” rappresenta uno spazio privilegiato per la riscoperta e la tutela di preziose tradizioni musicali da conservare e tramandare, rilette in chiave contemporanea. Fin dal 1996, Brendola, porta dei Colli Berici, ha legato il suo nome al folk e ai suoni del mondo, accogliendo musiche, colori, storie e culture diverse, unite in nome della massima libertà espressiva.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *