Breaking News

Il Veneto aderisce all’evento “Ora della Terra”

Venezia – La Regione Veneto partecipa, anche quest’anno, all’evento internazionale Ora della Terra (Earth Hour), giunto alla sua dodicesima edizione, il cui obiettivo è quello di sensibilizzare la popolazione sulla necessità di mettere in atto comportamenti e politiche di mitigazione dei cambiamenti climatici, risparmio energetico e riduzione dell’inquinamento luminoso. Lo ha deciso la giunta regionale, su proposta dell’assessore all’energia e allo sviluppo economico Roberto Marcato.

“L’adesione all’iniziativa – ha spiegato Marcato – si concretizzerà in un gesto semplice ma visibile come quello di spegnere la luce per un’ora, dalle 20.30 alle 21.30, attraverso tutti i fusi orari, dal Pacifico alle coste atlantiche, nel giorno stabilito che è sabato 24 marzo. Il risparmio energetico legato a questo gesto è del tutto simbolico, ma ha lo scopo di sollevare l’attenzione sul tema dei cambiamenti climatici e dell’uso razionale dell’energia”.

“L’iniziativa Ora della Terra – ha aggiunto l’assessore – costituisce uno dei principali eventi di sensibilizzazione su scala mondiale. L’iniziativa è cresciuta negli anni fino a coinvolgere circa 180 Paesi in tutto il mondo e, nel solo 2016, ha consentito intraprendere quasi 2,5 milioni di azioni individuali per aumentare la maggiore consapevolezza in materia di lotta contro il cambiamento climatico. La stessa attività di sensibilizzazione all’iniziativa realizzata dalla Regione del Veneto nel corso degli ultimi tre anni ha avuto un ottimo riscontro, consentendo l’adesione all’evento di numerose realtà, private e pubbliche”.

“Parteciperemo quindi anche a questa edizione – ha concluso Marcato – con lo spegnimento simbolico delle luci delle sedi della giunta regionale del Veneto ubicate nel centro storico di Venezia e in altri immobili di proprietà regionale: Villa Contarini, di Piazzola sul Brenta, e Mastio Federiciano, sul colle della Rocca di Monselice”. Marcato ha rivolto anche un invito ad aderire all’iniziativa a imprese, enti locali, associazioni ambientaliste, ordini professionali, associazioni di categoria, sottolineando come il successo dell’evento dipenda dalla partecipazione di tutti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *