Breaking News
I tre giovani arrestati dai carabinieri di Vicenza
I tre giovani arrestati dai carabinieri di Vicenza

Vicenza, cocaina anche a domicilio. Tre arresti

Vicenza – Tre arresti con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, un giro d’affari di 200 mila euro in quattro mesi, con una quarantina di clienti abituali. Sono i numeri dell’«Operazione bebè» conclusa nei giorni scorsi dai carabinieri della stazione di Vicenza, che ha portato gli uomini del colonnello Santini a sgominare quello che considerano un vero e proprio sodalizio dedito allo smercio di cocaina.

A finire in manette sono stati tre ragazzi incensurati: Aliaj Xhulio, un 23enne albanese ritenuto dai militari il capo del gruppo, attualmente in carcere a Vicenza, la sua fidanzata, Luisa Santini, neomamma 32enne, titolare di un bar in corso Padova, posta agli arresti domiciliari, e Haderaj Sokol, 34enne cugino di Aliaj, per il quale è stato disposto l’obbligo di firma.

Secondo quanto ricostruito dai carabinieri l’attività illecita non sarebbe stata messa in piedi da molto tempo: oltre allo spaccio di cocaina (pare di provenienza albanese) nella casa della coppia, in zona Stanga, si forniva anche il servizio di consegna a domicilio. Una quarantina i clienti abituali, di Vicenza e provincia, dai 20 ai 60 anni d’età, ai quali venivano applicati prezzi personalizzati (da 60 a 100 euro per una dose), in base alla quantità acquistata e alle loro possibilità economiche.

“C’erano persone – ha raccontato il comandante della compagnia, capitano Umberto Gallucci – che acquistavano anche 5 o 6 grammi di cocaina al giorno. In particolare, un cliente ha speso 30 mila euro in 4 mesi. La droga veniva anche ceduta a credito ed abbiamo scoperto che due uomini sono stati costretti a vendere la loro auto, intestandola ad Haderaj, per saldare il debito via via accumulato”.

Lo spunto che ha portato all’avvio di questa operazione è stato dato da un normale controllo del territorio, risalente al dicembre 2016. In quella occasione una pattuglia del nucleo radiomobile fermò e segnalò alla prefettura, un giovane trovato in possesso di cocaina. Ricevute, dal ragazzo, delle notizie confidenziali, sono scattate le indagini per ricostruire l’attività messa in piedi dal gruppo.

Nel corso delle verifiche sono stati individuati altri acquirenti, anche loro sentiti e controllati (con sequestro di un chilogrammo di cocaina in totale). L’articolata e complessa attività investigativa dei carabinieri si è poi conclusa mercoledì, con i tre arresti. Nel corso della notifica dei provvedimenti a Santini e Aliaj, che abitano assieme, i militari hanno inoltre sequestrato cinquemila euro in contanti.

Ilaria Martini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *