Breaking News

Brendola, sette intossicati per un principio d’incendio

Brendola – Due famiglie, per un totale di sette persone, compresi due bambini, si sono rivolte al pronto soccorso per accertamenti sanitari in seguito al principio di incendio che si è sviluppato all’interno del muro che divide le due porzioni di una bifamiliare, da loro occupate. Una è abitata da moglie e marito con i due bambini, mentre l’altra dai genitori della donna e da un altro figlio.

È accaduto questa mattina in via Vincenzo Scamozzi, a Brendola. A dare l’allarme al 115 è stato un parente di una delle due famiglie che abita nella casa, preoccupato per l’odore di fumo che si avvertiva all’interno dello stabile.

Le squadre di vigili del fuoco provenienti da Lonigo e da Vicenza hanno raggiunto via Scamozzi verso le 8 di oggi ed hanno appurato che un incendio, senza fiamme, stava interessando l’isolamento del muro tra le due unità abitative, dove passa la canna fumaria di una stufa a legna.

I pompieri hanno quindi dovuto rompere la tamponatura del muro divisorio dell’abitazione per poter spegnere completamente l’isolante coinvolto nel principio d’incendio. Le operazioni di soccorso dei vigili del fuoco si sono concluse verso mezzogiorno e gli operatori hanno disposto il divieto di usare la stufa finché non saranno terminati i lavori di ripristino di tutte le condizioni di sicurezza dell’impianto di scarico dei fumi.

Sul posto, sono arrivati anche i sanitari del Suem 118, che hanno consigliato a tutti gli occupanti della bifamiliare, sette in totale, di rivolgersi al pronto soccorso, per svolgere gli accertamenti del caso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *