28 punti per Melisa Brcaninivoc contro Bolzano
28 punti per Melisa Brcaninivoc contro Bolzano

Basket, trasferta vincente per la VelcoFin Vicenza

Bolzano – E’ tornata a sorridere la VelcoFin Vicenza, e lo ha fatto con un perentorio successo esterno, 58-75, contro le biancorosse dell’Itas Alperia Bolzano, nella settima giornata di ritorno del campionato di serie A2 di basket femminile. Nel match, giocato ieri sera al PalaMazzali, le vicentine hanno messo a referto il loro più alto punteggio in questa stagione, anche grazie ad un devastante terzo periodo (8 a 22 sono i punti realizzati). Un risultato frutto di una difesa aggressiva e attenta e, sull’altro lato del campo, di transizioni e buona circolazione di palla per costruire tiri ad alta percentuale.

Al centro di Federica Destro e ai due punti facili di Ferri, risponde Matic con due liberi e un uno contro uno, 4-4. Vicenza tenta il primo allungo con Stoppa, Brcaninovic e Zanetti, per il 4-12, del quinto minuto. Servillo, che batte Monaco, e Cela, che trasforma il rimbalzo sull’errore di Matic, dicono che Bolzano c’è, 8-12. Le padrone di casa risalgono fino all’11-14. A Monaco, che ha già collezionato un fallo antisportivo, viene fischiato pure un fallo tecnico, che significa espulsione. Intanto il tabellone si muove e arriva al 17-20, che si trasforma in un 23-23 alla prima sirena.

Il tracciante di Martina Destro, 24-26, offre alla VelcoFin un possesso di vantaggio, che il canestro di Stoppa (24-28) raddoppia in chiusura del terzo minuto (24-28) e Federica Destro conferma, 24-30. Bolzano annulla in un amen questo tentativo di allungo di Vicenza, 30-30, e il match prosegue sul binario dell’equilibrio. Alla seconda sirena l’Itas Alperia conduce per 39-38.

Dallo spogliatoio esce una VelcoFin che ha capito di avere le carte in regola per azzannare la partita. Per farlo, però, dovrà migliorare in difesa e continuare a cercare attacchi equilibrati. E il secondo punto trova subito conferma nel parziale di 0-7 che, in meno di tre minuti spinge le ospiti al 39-45. Due punti di Fall sono ossigeno per Bolzano, ma il quarto fallo di Ribeiro offre due tiri liberi a Brcaninovic. Dalla linea della carità Melisa non sbaglia, 41-47, e poi sigla un altro canestro, che assieme a quello di Stoppa vale il +10, 41-51. Immediato il timeout di coach Maurizio Travaglini, costretto a fare i conti con i soli 2 punti realizzati dalle sue in più di cinque minuti di gioco. Vicenza continua a pungere con Brcaninovic e Mingardo, per il 47-60 del trentesimo.

L’avvio della quarta frazione sembra annunciare la chiusura anticipata dell’incontro: Santarelli dall’arco e Zanetti fanno volare Vicenza a +18, 47-65. La tripla di Fall e i due di Matic producono il 5-0 interno, 52-65, e forzano la sospensione dell’allenatore biancorosso Jonata Chimenti. Stoppa e Zanetti portano a +17 il margine della VelcoFin, 52-69. Il tempo corre veloce e la sirena, che arriva sul 58-75, scopre le vicentine in mezzo al parquet, strette in un abbraccio che sa di fiducia ritrovata.

Bolzano: Ribeiro da Silva, Servillo 8, Giordano ne, Cela 4, Fall 14, Matic 22, Desaler, Pobitzer 2, Zangari, Villarini 6, Ruocco, Valoroso ne

Vicenza: Destro M. 3, Monaco 2, Mingardo 2, Destro F. 8, Stoppa 12, Gamba, Ferri 6, Brcaninovic 28, Santarelli 3, Zanetti 9, Pizzolato 2, Maculan

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *