Breaking News

Anziana denunciata dai vicini per gli inni fascisti

Vicenza – “Indipendentemente dai rapporti che possono esistere tra condomini, che possono essere più o meno positivi, più o meno rispettosi, indipendentemente dall’atteggiamento più o meno maleducato sul quale non ci esprimiamo non conoscendo bene la situazione, desideriamo esprimere la nostra solidarietà alla signora Adua Rosa, evidenziando come sia palese l’intento, da parte di alcuni, di screditare l’anziana signora e causarne di fatto l’allontanamento. Il riferimento agli inni fascisti e alle tematiche affrontate dalla signora è ridicolo e fa sorridere”.

E’ quanto scrive Forza Nuova Vicenza in una nota nella quale prende le difese di una anziana, che è stata denunciata dai suoi vicini di casa, in un condominio di Vicenza, zona Bertesina, perché avrebbe avuto un comportamento molesto sotto vari aspetti. I condomini del suo palazzo la accusano anche di aver fatto spesso riferimenti espliciti al fascismo, a cominciare dai canti e dagli inni del ventennio che avrebbe cercato di insegnare, insieme ad un certo indottrinamento, anche ai figli degli stessi vicini.

“Fermo restando che siamo fin d’ora disponibili a garantire tutta l’assistenza del caso alla signora, compresa quella legale, gratuita, – ribadisce Forza Nuova -, ci stupisce come tale vicenda susciti maggior interesse rispetto al vero stalking a cui decine di donne sono oggetto e per le quali la vita è resa molto più difficile dal sentire qualche canzone del ventennio. Non c’è il rischio che la signora Adua abbia violato la legge Mancino, e sarebbe assurdo che venisse allontanata dalla propria abitazione una signora di 76 anni quando a Vicenza ci sono situazioni ben più gravi, di condomini letteralmente invasi da stranieri, spesso stipati in maniera illegale, che causano non pochi problemi, quelli sì gravi, al vicinato”.

“Crediamo inoltre – conclude il movimento di estrema destra – che sia da apprezzare che la Signora Adua, da persona anziana, parli dei crimini compiuti da Israele, parli anche della presenza militare dei soldati americani a Vicenza, tutte tematiche tra l’altro non care solo ai nostalgici del ventennio ma anche a moltissime persone di estrema sinistra (non dimentichiamo le manifestazioni pro Palestina e contro la presenza americana, promosse dallo stesso Bocciodromo, oltre che dal nostro movimento). La signora Adua, in tal senso, dimostra una invidiabile conoscenza della storia che altri in quel condominio non hanno”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *