Zugliano, incontro su banche e risparmiatori azzerati

Zugliano – “Azionisti azzerati dalla banche popolari venete” è il titolo di un incontro pubblico organizzato per giovedì 15 febbraio, dal Comune di Zugliano, in collaborazione con l’associazione dei consumatori Codacons Veneto. L’appuntamento, ad ingresso libero e con inizio alle 20.30, si terrà nella sala pubbliche riunioni di Zugliano, che si trova nell’edificio che ospita la scuola primaria Alfredo Fabris, dietro il municipio, in via Roma.

Il tema trattato durante la serata è quello del risparmio tradito e dell’azzeramento del valore delle azioni delle due ex banche popolari venete, Banca popolare di Vicenza e Veneto Banca, vicenda che ha coinvolto molti risparmiatori del nostro territorio.

Relatore dell’incontro sarà Franco Conte, avvocato e presidente di Codacons Veneto, che illustrerà al pubblico presente gli scenari che si stanno delineando e gli strumenti attraverso i quali i risparmiatori azzerati possono far valere le loro ragioni. Conte, inoltre, descriverà il percorso che ha portato all’istituzione, attraverso l’ultima legge di bilancio, del fondo a tutela degli azionisti e degli obbligazionisti azzerati dei due istituti bancari veneti. Non mancheranno aggiornamenti sui più recenti sviluppi in merito alle cause che si stanno celebrando nei tribunali di Vicenza e di Roma.

“Restare aggiornati e partecipare a questo tipo di incontri – ha spiegato il sindaco di Zugliano, Sandro Maculan -, consente di prendere le decisioni più valide in una situazione complessa ed in continua evoluzione. E’ anche importante continuare, con determinazione, la mobilitazione e la ricerca di unità di azione che hanno consentito l’ottimo risultato di costruire il fondo per le vittime dei reati finanziari. L’obiettivo, anche con l’aiuto delle amministrazioni locali, è quello di restare sempre attivi per ottenere giustizia e un risarcimento. Se da una parte non si devono alimentare false illusioni rimane saldo il traguardo di vedere risarciti i risparmiatori”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *