ProvinciaVicenzareport

Violenza sulle donne, un arresto a Valdagno

Valdagno – A nulla era servita l’ordinanza di allontanamento dalla casa familiare e di divieto di contatto con la compagna, emessi dal giudice per le indagini preliminari. Non aveva sortito effetto nemmeno il divieto di dimora nei Comuni di Valdagno e Trissino. L’incubo di una 46enne valdagnese era continuato. Questo fino a venerdì scorso, quando il suo ex compagno, un 53enne di Valdagno, è stato arrestato dagli agenti del nucleo investigativo operativo della polizia locale Valle Agno, con le accuse di maltrattamenti in famiglia e lesioni aggravate.

Una triste storia di maltrattamenti fisici e psicologici per la donna, emersa in seguito ad un intervento della polizia locale il 15 ottobre del 2017. In quella occasione la 46enne chiese aiuto alle forze dell’ordine dopo essere stata abbandonata in un bar in zona Oltre Agno, in seguito ad un furibondo litigio con l’allora compagno e convivente. L’uomo se ne era andato portando con sé l’auto della donna, i suoi effetti personali e il cellulare.

Mentre la signora si accingeva a prendere la sua carta di identità, gli operatori hanno notato, all’interno della borsa, un coltello sporco di sangue, strumento che il compagno avrebbe usato per ferirla durante una lite. Se, fino ad allora, la donna aveva mostrato reticenza nel raccontare la sua situazione, dopo il ritrovamento dell’arma, la 46enne, ha iniziato ad aprirsi.

Ascoltato il suo racconto, gli agenti hanno dato il via ad una intensa attività informativa ed investigativa, che, nei giorni successivi, ha permesso loro di ricostruire il burrascoso rapporto della coppia, con le vessazioni poste in essere da parte del partner, il quale, secondo le testimonianze raccolte, pareva non essere nuovo a questo tipo di comportamenti. L’uomo, con un precedente matrimonio fallito alle spalle, risultava infatti aver avuto atteggiamenti simili anche con la ex moglie, anche lei vittima di violenze psico fisiche.

Il 53enne aveva disatteso l’ordinanza di allontanamento, emessa nei suoi confronti dal giudice per le indagini preliminari, così pure il provvedimento aggiuntivo, di inizio dicembre, che imponeva il divieto di dimora nei comuni di Valdagno e Trissino. L’uomo aveva continuato a contravvenire a quanto prescritto dall’autorità giudiziaria e pochi giorni fa si è presentato a casa della ex compagna. In seguito ad un brusco litigio, la donna ha richiesto di nuovo l’intervento da parte delle forze dell’ordine. E così, alla fine, il giudice ha disposto l’arresto, ai domiciliari, per l’uomo.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button