Breaking News
Da sinistra: Pedrazzoli, Massaro, Caretta, Berlato e Ierardi
Da sinistra: Pedrazzoli, Massaro, Caretta, Berlato e Ierardi

Elezioni, ecco la squadra di Fratelli d’Italia

Vicenza – Sergio Berlato, Maria Cristina Caretta, Ciro Maschio e Anna Massaro. Ecco la formazione vicentina schierata da Fratelli d’Italia per le elezioni politiche del prossimo 4 marzo, che è stata presentata ieri, in un incontro al quale hanno partecipato anche Daniele Pedrazzoli e Mattia Ierardi, rispettivamente portavoce per la città di Vicenza e per la provincia di Fratelli d’Italia. Tra le priorità inserite nel programma dello schieramento di centro destra ci sono il diritto di sicurezza dei cittadini, la difesa del Made in Italy e della sovranità nazionale, la necessità di garantire il diritto allo studio e le prospettive occupazionali ai giovani e il contrasto all’immigrazione irregolare.

“Ci sono troppe famiglie italiane – ha sottolineato Berlato, consigliere regionale e capolista nel collegio plurinominale nel quale è compresa tutta la provincia di Vicenza – che vivono in condizioni inaccettabili . Quando avremo dato loro delle risposte, se avremo disponibilità in esubero, allora potremo pensare anche agli altri, ma la nostra attenzione va innanzitutto agli italiani”.

Un’attenzione particolare viene riservata anche ai portatori della cultura rurale, vale a dire contadini, agricoltori, allevatori, cacciatori, pescatori… Un aspetto, questo, ben sottolineato sia con l’inserimento, nel programma generale, di una parte dedicata proprio alla tutela dell’ambiente e della natura, sia con le candidature.

Giorgia Meloni, presidente di Fratelli d’Italia, ha infatti scelto Berlato come capolista e Maria Cristina Caretta, presidente nazionale della confederazione delle associazioni venatorie italiane, come candidata alla Camera nel collegio uninominale dell’alto vicentino (la 54enne thienese è inoltre capolista in quasi tutte le province del veneto e candidata anche in lombardia).

“Fratelli d’Italia – ha spiegato Caretta che, oltre ad essere presidente della Confavi è segretario generale dell’associazione per la difesa e la promozione della cultura rurale – è l’unico partito che ha avuto la sensibilità di inserire nel programma non solo la tutela della cultura rurale, ma anche la tutela e la corretta gestione del patrimonio faunistico e ambientale”.

Non è mancato, durante la presentazione, un accenno alla polemica che, nei giorni scorsi, ha riguardato il Movimento 5 Stelle (un accenno si può trovare a questa pagina). “Credo – ha commentato Berlato – che i candidati ed i partiti dovrebbero pensare ad esporre i loro punti di forza, più che a parlare male degli altri. Al tentativo di attivazione della macchina del fango, da parte dei pentastellati, noi rispondiamo con i fatti, con la presenza e la produttività in consiglio regionale del Veneto. Mi limito, a questo proposito, a citare un solo dato: coloro che parlano di meritocrazia e di necessità di garantire la trasparenza, si trovano molto in basso nella classifica delle presenze nelle sedute del consiglio ed anche nella classifica della produttività delle leggi approvate. Insomma, predicano bene, ma razzolano male”.

Ilaria Martini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *