Vicenza, Rucco: “Per Svt serve un cambio di rotta”

Vicenza – “La qualità e l’efficienza del sistema di trasporto pubblico dovrebbero essere elementi centrali e prioritari nella definizione di politiche ambientali efficaci in ambito locale. Un trasporto pubblico che funziona rappresenta infatti un’alternativa concreta alla mobilità privata, riducendo il traffico veicolare e l’inquinamento dell’aria”. Parola di Francesco Rucco, consigliere comunale di opposizione e candidato sindaco a Vicenza per la tornata elettorale amministrativa prevista per la fine della primavera, maggio o anche giugno, la data non è stata ancora fissata. L’esponente del centrodestra vicentino, sostenuto da liste civiche e da Fratelli d’Italia, parla della necessità di un cambio di rotta nella nostra città, per risolvere quelle criticità segnalate dai lavoratori, con investimenti che migliorino i trasporti pubblici vicentini.

“In questo senso – scrive Rucco in una nota – sono evidenti i limiti delle scelte della giunta Variati, che in questi anni non è andata oltre gli episodici (e inutili) blocchi del traffico, trascurando l’importanza di migliorare la qualità del servizio di trasporto pubblico. Le segnalazioni di disservizi da parte degli utenti e dei lavoratori di Svt, in alcuni casi riportate anche dalla stampa locale, si susseguono nell’assoluta immobilità dell’amministrazione comunale, che non ascolta i cittadini e non interviene per risolvere i problemi. Eppure le criticità segnalate a più riprese dai lavoratori di Svt sono ben note: dalla scarsa manutenzione dei mezzi, alla cattiva gestione delle risorse umane, passando attraverso le modalità opinabili di affidamento dei servizi all’esterno e la sicurezza dei lavoratori e degli utenti, per non dire della carenza di controlli a bordo e dei continui episodi di aggressione ai danni del personale da parte di chi sale in autobus senza pagare il biglietto”.

“Chi lavora in Svt, – conclude Rucco – garantendo tutti i giorni un servizio pubblico strategico, merita maggiore attenzione, ascolto e, soprattutto, risposte concrete. A questi lavoratori va la mia solidarietà, ma soprattutto l’impegno a cambiare rotta mettendo l’azienda al centro delle politiche per la mobilità e l’ambiente, valorizzando le risorse e le professionalità interne e pianificando investimenti che consentano di rinnovare il parco mezzi e di offrire così ai vicentini un trasporto pubblico più efficiente e sicuro”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità